30 luglio, 6000 paganti per un triangolare: Salerno risponde ancora presente, coro per Bonazzoli

Ancora una volta il pubblico di Salerno ha risposto presente. Nonostante il periodo vacanziero e un clima che invoglia tanti a preferire il mare ai gradoni, la torcida granata non ha fatto mancare il proprio apporto e ha salutato con affetto la prima casalinga della stagione. Era un triangolare e non una esibizione ufficiale, proprio per questo il dato di seimila spettatori è decisamente positivo e consente anche di raccogliere una buona somma da destinare all’AIL. Il gran cuore dei salernitani pulsa sempre forte quando si tratta di aiutare chi soffre, basti pensare che molte persone hanno deciso comunque di acquistare il tagliando pur non potendo presenziare fisicamente all’evento. Ad ogni modo è stato bellissimo, dopo oltre due mesi di astinenza, riascoltare i cori della Sud, di quello zoccolo duro che fa la differenza e che rappresenta la vera forza della Salernitana. Boato all’ingresso in campo della squadra per il riscaldamento, un applauso fortissimo che ha stupito positivamente anche gli stessi calciatori. Coro per Federico Bonazzoli, ovazione anche per Botheim e Valencia che non vedono l’ora di segnare gol pesantissimi sotto la Sud e di gioire con il dodicesimo uomo in campo. All’esterno della tribuna applausi anche per Danilo Iervolino che, pur deluso dalla risposta numerica in termini di abbonamenti sottoscritti, ha comunque ringraziato il pubblico dicendosi sicuro “che lo stadio sarà pieno e trascinante a prescindere”. Contro il Parma, domenica prossima, quota 10mila non è utopia pur con la chiusura di due settori su quattro.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.