Al Vestuti in 200: “Ricompattiamoci! Basta multiproprietà nel calcio”. Le possibili iniziative

200 persone si sono radunate questa sera presso lo stadio Vestuti per un confronto aperto a tutti,  incontro indetto dal gruppo ultras UMS utile a fare il punto della situazione al termine dell’ennesimo campionato deludente. Molti sono arrivati direttamente dalla provincia, tanti altri non hanno avuto la possibilità di esserci ma hanno garantito pieno appoggio per qualunque iniziativa futura. Mai Sola, Centro di Coordinamento, Generazione Donato Vestuti, Colosseo Granata, Amici della Salernitana e Salerno Club 2010 hanno alzato la voce e chiesto chiarezza, squadrone e conferenza stampa a stretto giro di posta, ma è la curva ad essere in fermento. Stando a quanto trapela, l’argomento di discussione è la multiproprietà e sono tre le idee al vaglio del Direttivo Ultras:

-diserzione a tempo indeterminato qualora dovessero riaprire lo stadio

-richiesta di un incontro pubblico a Salerno e non a Villa San Sebastiano in presenza di Lotito, Mezzaroma e Fabiani

-formazione di un comitato che si rechi presso il CONI per chiedere di abolire la multiproprietà e non consentire ad un presidente di avere due squadre.

In molti, infatti, ritengono che la doppia proprietà sia il motivo principale del mancato salto di categoria. Il tutto si è svolto in un clima di grande serenità, nel pieno rispetto delle normative anti Covid. Continueranno ad essere affissi striscioni nei punti strategici della città, parte anche l’operazione “zero abbonamenti”. Seguiranno aggiornamenti.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.