Altro che galleggiamento: stasera in campo da quintultimi! Ma vincendo….

Vorremo avere lo stesso ottimismo di tutti quei tifosi che, per definire i campionati disputati dalla Salernitana dal 2015 ad oggi, utilizzano con frequenza il termine galleggiamento. Magari fosse così: significherebbe che, pur non soddisfacendo le esigenze di una piazza che sogna di tornare nel calcio che conta, almeno staremmo tranquilli senza rischiare le coronarie domenica dopo domenica. Due playout in tre anni e una salvezza arrivata matematicamente soltanto a due giornate dalla fine, però, certificano che raramente i granata hanno fatto dormire sonni tranquilli ad un pubblico che ha abbandonato in massa lo stadio senza probabilmente aver letto la classifica. Purtroppo la compagine di Ventura scenderà in campo stasera contro una big come il Crotone da quintultima, a pari punti col Venezia che avviò la crisi del cavalluccio marino imponendosi per 1-0. Non vincere sarebbe un dramma sportivo soprattutto in considerazione di un calendario di fuoco e dello scoramento di un ambiente che ha mollato prima del previsto scherzando col fuoco. Non sarebbe opportuno, nel caso, contestare la società pur garantendo sostegno alla maglia fino al raggiungimento degli obiettivi minimi? La prevendita, però, è ai minimi storici: 1300 tagliandi staccati, 820 dei quali destinati agli sponsor e 112 per la curva Sud. In fondo, provando a vedere il bicchiere mezzo pieno, vincendo la Salernitana passerebbe dal quintultimo al nono posto, a -1 dai playoff.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.