Bari verso il fallimento, Giancaspro si dimette e Radrizzani rinuncia all’acquisto

Il destino del Bari si deciderà entro le 19 di oggi quando la squadra dovrà presentare la documentazione per l’iscrizione alla serie B. I contatti tra il patron del Bari, Cosimo Giancaspro,  e i possibili acquirenti, Andrea Radrizzani, proprietario del Leeds United, e l’imprenditore barese Ferdinando Napoli per Edilportale, ci sono stati, come riportato dall’edizione di Bari del quotidiano La Repubblica. Ma non sembrano aver portato al risultato sperato. Giancaspro ha lasciato la guida del club. Ma la scoperta di nuovi debiti di cui non era a conoscenza ha spinto Radrizzani a rinunciare all’investimento. Nel mezzo della trattativa anche il sindaco Antonio Decaro, che si era fatto mediatore dell’iniziativa e ha invitato alla calma, lasciando anche trasparire ottimismo sull’operazione. In tarda mattinata Giancaspro ha reso note le sue dimissioni, all’ordine del giorno nel cda convocato per il primo pomeriggio. Ma intorno alle 16 Radrizzani ha formalizzato la sua rinuncia: “Purtroppo il poco tempo disponibile per eseguire una due diligence dettagliata e approfondita, consona a una operazione con un alto profilo di rischio, ci costringono a malincuore ad abbandonare questa idea e sfida. Auguriamo che la società possa essere salvata e restiamo disponibili a valutare future collaborazioni e investimenti” ha detto il patron del Leeds united in una nota.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.