Calcagno: “Nessuno ha mai pensato a uno sciopero”

Umberto Calcagno ha subito risposto mandando una stoccata a Gravina (clicca qui). Ecco quanto ha dichiarato il vicepresidente dell’Assocalciatori, a Radio Punto Nuovo: “Nessuno ha mai pensato a uno sciopero, si sono resi conto dell’astrusità delle norme approvate e contano molto sulla nostra responsabilità. La pazienza ha un limite e speriamo si possa tornare a ragionare sulle norme. E’ evidente a tutti che non si tratta di avere provvedimenti di favore, ma stiamo parlando di tutti i calciatori professionisti, anche di Serie B e Serie C, che hanno avuto l’ultimo stipendio a marzo con la mensilità di gennaio e febbraio. Se un sistema federale ritiene giusto che per 5 mesi e mezzo non debbano essere pagati famiglie e calciatori, mi sembra sbagliata e continueremo a contrastarla in ogni sede. Ognuno può pensarla come vuole, sicuramente stiamo mandando in cassa integrazione ragazzi di Lega Pro che vedranno i soldi tra 90 giorni e gli stiamo dicendo che forse devono ripartire”.

da calciomercato.com

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.