Ci scrive un tifoso: “Anche i più ottimisti e innamorati sono rassegnati ad un finale già scritto”

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di Carmine Prisco, storico tifoso della Salernitana residente a Pontecagnano e apprezzato conduttore della nota trasmissione “Cento+2” in onda ogni venerdì alle 19:30 sulle frequenze della webradio dell’associazione Freedom capitanata da Marco Rago e Mattia Leone, senza dimenticare l’opinionista di spicco Annamaria Portanova. Lo sfogo a caldo, dettato dalla prestazione e dall’atteggiamento più che dal risultato mortificante di Empoli, è quello di tanti tifosi che vorrebbero porre domande alla società per capire, una volta per tutte, cose vogliano fare da grandi. Ecco il messaggio di un innamorato deluso: “Cinque schiaffi in faccia ….alla Società Salernitana. L’ Empoli ieri sera ha preso pallonate la squadra granata in uno scontro impari, e mi sono venuti in mente i palloni “restituiti” goliardicamente a Lotito dai tifosi, ebbene il tempo galantuomo li ha buttati di nuovo in campo sulla faccia della società granata. Si può discutere sulle assenze, sulle bizzarre scelte di Castori, su certi elementi oramai spompati, ma la debacle ha un unico e vero colpevole: la società. Si sapeva che l Empoli era una squadra forte, con un organico da serie superiore, ma aver perso 15 giorni della sessione invernale del calciomercato per portare a Salerno il solito scarto in prestito, facendo morire sul nascere tutte le trattative con la solita tattica attendista per risparmiare o fare cambi, è stata la scelta sbagliata. Ma allora se non si vuole investire e si aspetta il saldo di fine stagione cos’è questo accanimento terapeutico di restare a Salerno per fare morire la passione granata, per dividere la tifoseria tra guelfi e ghibellini, per tirare avanti come incantatori di serpenti che poi si afflosciano sul più bello?  Gli schiaffi di ieri sera, ben 5 a mano aperta, dovrebbero svegliare qualcuno, ma lo sappiamo già non sortiranno nessun effetto. Alle viste arriveranno giocatori fuori forma che da 7 mesi non vedono il campo. Ora basta, anche il sottoscritto, uno dei più Inguaribili ottimisti granata, ha capito l’antifona. Mi spiace, ma ritiriamo i sogni di gloria. Con molto ma molto distacco seguiamo per amore della maglia granata il film , ma il finale è scontato. Nonostante brucino gli schiaffi temo che qualcuno si girerà dall’ altra parte, ed il film avrà il solito scontato deprimente finale”.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.