Ci scrive un tifoso: “Balata non cambi di nuovo le regole a danno nostro come nel 2019. Quanti falsi moralisti!”

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di Enzo Lodato, storico tifoso della Salernitana attentissimo a tutte le dinamiche che riguardano l’universo granata e l’intero campionato di serie B. Finalmente una persona schietta e che non pecca di memoria corta: “Anzitutto un appello alla Lega B: se non siete in grado di prendere decisioni drastiche che possano adeguarsi ai tempi che corrono, abbiate il coraggio di sospendere tutto a tempo indeterminato. Viceversa non ha proprio senso alimentare le polemiche dell’allenatore della Reggiana che, in queste ore, si sta guadagnando la sua popolarità sui social esprimendo concetti che ritengo confusi. Sicuramente dal suo punto di vista è un danno enorme, ma anche il suo presidente ha accettato le norme quando i club si sono riuniti per programmare la stagione in corso. Dov’era la Reggiana? Perchè ha detto sì per poi ritrattare? Vorrei ricordare a tutti che la Salernitana, quando i contagi erano vicini allo zero e il virus sembrava debellato, mise fuori rosa uno dei calciatori più pagati perchè aveva violato le regole. Se oggi, pur avendo affrontato l’Ascoli che sta facendo la conta dei superstiti, tutti i tamponi sono negativi significa che i nostri atleti hanno assunto un comportamento irreprensibile. Lungi da me fare accuse sulla Reggiana, ci mancherebbe, ma ognuno guardi in casa propria ricordando che, alla Salernitana, nessuno ha mai regalato nulla. Lo dico in particolare a tutti coloro che, forse infastiditi dall’ottimo inizio di campionato, quasi sperano che il match venga rinviato pur di non vedere i granata a 14 punti. Non mi illudo su nulla, sono il primo a contestare la multiproprietà e mi accontento anche della salvezza, a patto che si faccia chiarezza sul futuro. Ma ho abbastanza memoria per rammentare il silenzio di tutti davanti ai soprusi e ai torti che abbiamo subito. Caro signor Galliani, ci parli della retrocessione del 1999, di Udinese-Perugia, dello scudetto del Milan, del suo Monza che ha vinto la C1 senza che il campionato terminasse regolarmente. Perchè non accettò di disputare i playoff qualche mese fa? Mi rivolgo anche a Balata. Già nel 2019 furono cambiate le regole costringendo la Salernitana, già salva, a fare i playout. Il Foggia e il Palermo non andavano iscritte, la Lega B proclamò la salvezza di Salernitana e Venezia, si intromise il TAR che non aveva alcun diritto in materia sportiva e quasi ci stavano condannando a tavolino come già accaduto troppe volte. Ora basta, i falsi moralisti ripassino la storia recente e si ricordino che i soprusi a danno del cavalluccio hanno fatto danni incalcolabili e che vanno oltre il rettangolo di gioco. 24 maggio 1999, penso che si capisce chiaramente cosa voglio dire. Mi auguro che anche Castori, che non le manda a dire ed è uomo molto pratico, possa rispondere la suo collega perchè, ancora una volta, si coglie l’occasione per gettare fango sulla nostra squadra del cuore. Le regole si applichino: o sospendono il campionato a tempo indeterminato o diano la vittoria a tavolino. Questo teatrino è durato già troppo tempo”.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.