Decisione giusta, manca solo un ultimo tassello… il comunicato

Decisione giusta, manca solo un ultimo tassello… il comunicato

Non poteva essere altrimenti. Ricorso respinto, come è giusto che sia, come aveva anticipato a TuttoGranata l’avv. Gentile ieri, solo a Foggia nutrivano speranze. Superato il primo grosso ostacolo per la Salernitana, che ora vede cancellata la seppur remota possibilità di retrocedere direttamente in Serie C. Resta il secondo ostacolo, quello del parere dello stesso Collegio, sollecitato dal Consiglio Federale di ieri,  sulla cancellazione dei playout. Insomma, nella peggiore delle ipotesi la Salernitana dovrà giocare i playout proprio con i rossoneri.  Il Consiglio di Lega ha deliberato l’inutilità degli spareggi essendoci già quattro retrocesse, avvalendosi dell’articolo 18 del Codice di Giustizia Sportiva, mentre la F.I.G.C. con a capo il presidente Gravina ritiene che la squadra siciliana, nonostante la retrocessione d’ufficio fa classifica, facendo di conseguenza slittare il Foggia al quartultimo posto, con disputa dei playout con la quintultima che è appunto la Salernitana. L’ottimismo aumenta perché, in questo caso, il Consiglio Direttivo di Lega B non ha violato alcun regolamento, ma bisogna comunque tenere gli occhi aperti. Una eventuale decisione “politica” è sempre dietro l’angolo, soprattutto quando è coinvolto il presidente Lotito. Tutto, quindi, rimandato al 23 maggio, ma per la società granata oggi è arrivata comunque una buona notizia.

Ecco il comunicato giunto pochi minuti fa:

La Seconda Sezione del Collegio di Garanza dello Sport, all’esito della sessione di udienze tenutasi in data odierna e presieduta dal prof. Zimatore, ha assunto le seguenti determinazioni:

– HA RESPINTO il ricorso iscritto al R.G. ricorsi n. 29/2019, presentato, in data 5 aprile 2019, dalla società Club Foggia Calcio S.r.l. nei confronti della Procura Federale FIGC e della Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC) avverso la decisione della Corte Federale d’Appello FIGC nel giudizio di rinvio ex art. 62, comma 1, CGS, pubblicata, con relativa motivazione, in data 27 marzo 2019, a mezzo di C.U. n. 083/CFA, con la quale – a seguito dell’accoglimento con rinvio disposto dal Collegio di Garanzia dello Sport con decisione n. 80/2018 del 10 dicembre 2018 – è stata rideterminata in 6 punti la sanzione della penalizzazione in classifica originariamente inflitta, a carico della società istante, dalla medesima CFA FIGC con decisione pubblicata a mezzo di C.U. n. 22/CFA del 22 agosto 2018, che aveva ridotto la sanzione irrogata in primo grado da 15 a 8 punti di penalizzazione (da scontarsi nella s.s. 2018/2019), per la violazione dell’art. 4, comma 2, CGS, a titolo di responsabilità oggettiva, per le condotte contestate, per quanto qui rileva, ai sigg. Fedele Sannella e Francesco Domenico Sannella.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.