Di Napoli: “Sempre emozionante entrare all’Arechi, i tifosi sono il bomber della Salernitana”

“Sono sempre molto felice quando ho la possibilità di vivere serate del genere. Con questa città ho ormai un legame di sangue, la gente ha saputo coccolarmi e sostenermi in un momento particolare e questo ha consentito di mettere da parte anche alcuni episodi del passato che avevano lasciato un pizzico d’amarezza. Il pubblico granata è speciale, anche stavolta la risposta è stata straordinaria e abbiamo tutti dato un contributo per restituire una speranza a chi, purtroppo, sta soffrendo. Quanto a me, la sensazione è sempre indescrivibile. Quando entro all’Arechi e guardo verso la curva riaffiorano alla mente una marea di ricordi, su tutti il campionato vinto e la mia corsa sotto i distinti con la corona. Sono strafelice che la Salernitana abbia raggiunto una grande salvezza, a metà girone di ritorno sembrava tutto finito invece siamo entrati nella storia. Spiace per l’addio di Sabatini, dirigente di altissimo livello, ma la squadra può contare su due punti di forza imprescindibili: un presidente di valore come Iervolino e una tifoseria stellare che è davvero il dodicesimo uomo in campo”. Così Arturo Di Napoli a margine della grande festa di domenica sera per il compleanno della Salernitana.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.