Dionisi: “Loro più fisici, noi più forti: guai a sottovalutare la Salernitana, ma…”

Alessio Dionisi, allenatore del Sassuolo, ha presentato, in conferenza stampa, la partita di domani contro la Salernitana.

Tre sconfitte consecutive per il Sassuolo.
“Veniamo da tre partite diverse. Tre risultati uguali che non ci hanno lasciati contenti. Tre prestazioni diverse, quella col Torino ha stonato. Rigiochiamo in casa e dobbiamo dimostrare che quella è stata un’eccezione. Siamo stati meno bravi del solito col Torino, domani dovremo essere prestativi e ottenere il risultato”.

I numeri?
“Dicono che potevamo realizzare qualcosina in più e prendere qualche gol in meno ma non credo che si debbano analizzare così tanto i numeri in questo momento. Dobbiamo mettere i giocatori offensivi nelle condizioni migliori per poter determinare. Sul piano difensivo possiamo migliorare perché nelle ultime partite se non abbiamo ottenuto risultato è perché abbiamo ottenuto gol, ma non è facile non prendere gol perché tutte le squadre sono fisiche, hanno giocatori importanti e già domani non sarà facile perché loro hanno giocatori fisici per metterti in difficoltà e noi possiamo giocarcela su altri aspetti, lì dobbiamo essere prestativi e dobbiamo determinare per raggiungere il risultato”.

La Salernitana?
“E’ una squadra da non sottovalutare lo dicono le prestazioni che ha fatto, gli ultimi risultati e il valore dei giocatori che ha in rosa. Nell’ultima partita ha ripreso una gara non semplice, non ha mai mollato. Conosco Castori, gli dà carattere e intensità e sono armi che possono mettere in difficoltà ogni squadra, in più hanno fisicità. Noi dobbiamo fare prestazione sapendo che non ci sono avversari battuti prima, ma bisogna batterli sul campo. Domani dobbiamo fare prestazione e risultato. Probabilmente faremo più noi la partita ma la Salernitana è brava a rimanere in partita nonostante un dominio minore della palla. Dobbiamo pensare a noi e ottenere sul campo quello che dovevamo già prenderci nelle partite precedenti per demeriti nostri e meriti dei nostri avversari”.

Infortunati?
“Domani saranno tutti disponibili a parte Romagna e Obiang (dunque Berardi ci sarà, ndr)”.

Turnover?
“Abbiamo l’allenamento di oggi per fare delle valutazioni, fermo restando che chi ha giocato a Bergamo ha fatto bene, qualcuno veniva da pochi minuti giocati. Non posso pretendere tutto e subito nonostante non possiamo ritenerci soddisfatti della classifica. Domani qualcosa potrebbe cambiare ma non è detto. Con l’allenamento di oggi definiremo le diverse situazioni”.

Tornare alla vittoria?
“La partita di domani è diversa rispetto alle ultime dove sulla carta potevamo partire sfavoriti. Non dobbiamo vincere, dobbiamo voler vincere che è diverso. Dobbiamo scendere in campo con la determinazione giusto come per me c’è stata nella partita precedente, dove tante qualità le abbiamo messe in campo. Domani dobbiamo dimostrare a noi stessi che vogliamo, che vogliamo ottenere risultato, vogliamo far prestazione, vogliamo mettere i giocatori offensivi nelle condizioni di determinare. Vogliamo tante cose e domani lo dobbiamo dimostrare in primis a noi”.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.