E’ il momento di crescere ..tutti ..per difendere la Salernitana

“Sembrava di essere in uno stadio argentino dove tutti cantavano ed applaudivano senza fermarsi mai” …ed ancora… “vittoria fortunata ed immeritata, alla Salernitana anche il
Pareggio andava stretto “
Sono questie solo Alcuni tra i commenti provenienti dalla Sponda bergamasca dopo la gara dell’Arechi di ieri sera…
A testimoniare che una realtà diventa europea e vincente non solo per le vittorie, ma anche e soprattutto per la Maturità di tutto l’ambiente.
Nei giorni scorsi abbiamo letto davvero cose “allucinanti” sul web, degne di una mentalità di quarta serie: sull’inutilità dell’acquisto di Gondo (ieri sera migliore in campo), sulla scarsa bravura di Castori (che ha messo in scacco tecnico -tattico Gasperini, ovvero non l’ultimo arrivato ), sull’inefficienza della dirigenza (Ribery e Simy infatti li ho comprati io…) sull’ormai certa inevitabile retrocessione (dopo appena 4 giornate di campionato… )
Che fosse un torneo particolarmente difficile per la squadra granata non e’ mai stato un mistero, considerata anche tutta la querelle “trust”, e che le prime gare non siano andate bene e’ un dato oggettivo sotto gli occhi di tutti: ma un ambiente sano e maturo, un ambiente di “serie A”, non reagisce certamente in modo becero come e’ successo a Salerno ad opera dei “soliti professori del web”, insomma da parte dei laureati del “nulla social “.
Ed allora ripartiamo, credendo realmente nella salvezza (che equivarrebbe a 10 promozioni ) da quella magnifica Curva Sud Siberiano, unita calorosa magica e fantastica
E da quello stadio Arechi che cantava ed incitava i suoi eroi all’unisono verso la vittoria per 95 minuti.
Mercoledì c’è una gara da vincere a tutti i costi e servono i veri tifosi, quelli che difendono la maglia e la citta’ fino alla morte, non certo coloro che sputano cattiverie distruttive contro la Salernitana…

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.