Fabiani: “Siamo tutti responsabili, si analizzerà ogni cosa a tempo debito”

Fabiani: “Siamo tutti responsabili, si analizzerà ogni cosa a tempo debito”

Prima di tutto bisogna salvare la Salernitana. Il direttore sportivo Angelo Fabiani, nell’intervista rilasciata al quotidiano La Città, pensa prima a difendere la cadetteria. Per i bilanci e per dire ogni cosa, c’è tempo.. si parlerà di ciò a fine stagione. “È sotto gli occhi di tutti, almeno di chi realmente vuole vedere come stanno veramente le cose, quello che succede intorno alla Salernitana non solo da questo campionato. Ma almeno negli ultimi due anni. Ci sarà il tempo di dire ogni cosa a fine stagione, ora concentriamoci tutti per sostenere la squadra in questi due spareggi con il Venezia”.

Un pugno nello stomaco, chiaramente figurato, anche per chi si è reso autore di un atteggiamento non sportivo nei riguardi del portiere Micai?

“Partiamo dal fatto che tutto deve essere sempre circoscritto al campo ed al calcio che è un gioco. Poi, sottolineando che come società e personalmente condanniamo l’episodio, e lo faremo anche nelle sedi preposte, sulla dinamica dei fatti esistono diverse descrizioni. Noi siamo certi che in ogni caso si tratti di un fatto isolato, del comportamento di uno su mille o duemila sostenitori della Salernitana, che non va assolutamente ad incidere in merito al giudizio relativo alla correttezza ed alla passione dell’intera tifoseria granata. E prossimamente gli allenamenti saranno a porte aperte, ringraziando il Comune che ce lo permette perché l’Arechi non è del nostro club e sia il Volpe che il Mary Rosy per motivi strutturali non permettono la presenza di chi vuole seguire la squadra. Comunque un finale di stagione tra veleni, ricorsi alla giustizia ordinaria ed una Salernitana che ha deluso ogni aspettativa. «Inutile girarci intorno, la colpa è di tutti noi che rappresentiamo la Salernitana. Ciascuno ha le sue responsabilità e, naturalmente, anche il sottoscritto. Ma ci sarà il tempo di analizzare ogni cosa. Ora è il campo che deve darci ragione. Importante che le critiche siano costruttive e non il frutto di preconcetti. Ed agli opinionisti di turno ribadisco che se hanno la medicina per risolvere ogni problema lo dicano in maniera che la compriamo. E pensino a chi come il Benevento ha speso tanto senza risultato, il pallone non è scienza esatta e può capitare di sbagliare”.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.