Firenze, la bocciatura di Ventura e le parole del Salerno Club: “Avventura finita, ecco perchè”

Lontano dal campo ormai dal 10 novembre, quando giocò per una decina di minuti a Cremona, Marco Firenze rischia di imbattersi nell’ormai tradizionale maledizione del primo acquisto. Del resto da colpo di mercato a oggetto misterioso il passo è stato breve, complici una serie di prestazioni mediocri che hanno fatto rivivere una sorta di Castiglia-bis in parte già annunciato. Che sia un elemento di grandissima qualità per la categoria non ci sono dubbi, ma mister Ventura lo ha tenuto ai margini della squadra anche in situazioni di piena emergenza o quando la Salernitana ha giocato tante partite ravvicinate e poteva essere utile inserire forze fresche. Una bocciatura che ha spinto gli esponenti del Salerno Club 2010 a lanciare un interrogativo: “Stiamo parlando di un giocatore valido, ma a nostro avviso la sua avventura a Salerno può considerarsi conclusa. Che possano esserci motivazioni diverse da quelle prettamente tecniche alla base di questo progressivo accantonamento?”. Proprio nella conferenza stampa di presentazione, Firenze ammise di aver commesso alcuni errori in carriera e che Salerno era il trampolino di lancio verso la svolta definitiva. Una partenza a gennaio frenerebbe ulteriormente la sua ascesa, chissà forse in modo definitivo. Il Frosinone sembra aver superato Ascoli e Catanzaro, la Salernitana potrebbe annunciarne la partenza prima della firma di Aya per motivi di bilancio.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.