Gazzetta, parola agli esperti: “Lecce in A, granata terzi sarebbero fortissimi in ottica playoff”

Approfondimento a 360° sulla serie B da parte della Gazzetta dello Sport che, nell’edizione odierna, ha dedicato ampio spazio al torneo cadetto parlando di “finale che scotta, caccia aperta ad Empoli e Lecce. Otto turni che promettono spettacolo, tutto può ancora succedere”. Proposti alcuni numeri interessanti: il Cittadella ha segnato 38 gol su 40 grazie a calciatori italiani, l’Entella è l’unica compagine di B a non aver mai vinto in trasferta, l’Empoli ha la striscia di risultati utili più lunga in assoluto (ko solo a Venezia, più di un girone fa e con un match diviso in due giorni) e la Salernitana ha mantenuto la porta inviolata per sette gare consecutive, un totale di 650 minuti considerando anche le fasi finali del match col Vicenza terminato 1-1. Parola a mister Novellino, uno dei più esperti della categoria: “L’Empoli ha un passo diverso dalle altre, impensabile abbia un calo. Speriamo, ovviamente, che risolva quanto prima i problemi con il Covid. L’assenza di Galliani ha inciso sui risultati del Monza, è un dirigente che fa la differenza e darà una mano a Brocchi in questo finale. La rosa dei brianzoli è di primissimo livello. Voglio menzionare anche Castori, uno degli allenatori che appartiene a quella vecchia guarda che non molla mai e che ha ancora tanto da dare a questo sport. Seguo con simpatia il Lecce e il Venezia perchè guidati da tecnici che hanno lavorato con me qualche anno fa: secondo me i giallorossi, anche grazie ad un super Coda, hanno qualcosa in più della concorrenza”. Sulla stessa lunghezza Alessandro Budel che, collaborando con DAZN, ha visto praticamente tutte le squadre dal vivo: “I playoff sono un campionato a parte, si azzera tutto. Chi manca il salto diretto deve gestire il contraccolpo psicologico. Non sottovaluterei il Pisa: se entrano tra le prime otto possono essere una mina vagante. Credo che Frosinone e Brescia abbiano tutte le carte in regola per vivere un finale di stagione importante, magari anche grazie alla scossa del cambio di guida tecnica. Vedo il Lecce più lanciato del Monza per la seconda posizione, la Salernitana terza avrebbe un vantaggio enorme perchè ha una difesa fortissima e potrebbe trovarsi in massima serie anche solo pareggiando”. Si chiude con Pillon che, però, preferisce soffermarsi sull’altrettanto infuocata lotta per non retrocedere: “Il Cosenza può salvarsi, deve fidarsi di Occhiuzzi che ha fatto un miracolo l’anno scorso. Sono legato al Pescara e spero possa tirarsi fuori dai guai, l’Ascoli può infilare una serie di vittorie e venire a capo di una situazione che si era fatta complicata”. Insomma, una serie B di altissimo livello come non accadeva da anni. 8 gare tutte da vivere, con la Salernitana che vuole essere assoluta protagonista dopo anni anonimi e difficoltosi.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.