Gravina: “Ecco quando potrebbe riprendere la B”. Novità sui contratti

“Il congelamento dello status quo in caso di crisi estrema? Non lo prendo in considerazione, mi preoccuperebbe per il nostro paese. Spingiamo sull’acceleratore dell’ottimismo” Così il presidente FIGC Gabriele Gravina in collegamento con Tutti convocati su Radio 24 riguardo al tema della riformulazione del calendario di Serie A, ora che il rinvio degli Europei è stato ufficializzato per giugno 2021. “Lavoriamo su ipotesi di ricominciare il 2-3-4 maggio e di completare i campionati, eventualmente sforando a luglio se non dovessimo farcela al 30/06 – aggiunge Gravina – Faremo in modo che, attraverso richieste al nostro legislatore, attraverso organismi internazionali dello sport, di chiedere anche la possibilità di sforare nel mese di luglio nel caso in cui non ce la facessimo entro il 30 giugno. Su questo c’è sintonia con il presidente della federazione spagnola Rubiales. Sappiamo qual è l’impatto economico e sociale del nostro mondo, un‘industria che non si identifica con i singoli. Non esistono solo le singole industrie dei protagonisti, ma un mondo più complesso. Sappiamo che esistono accordi di natura contrattuale da cui nasce l’esigenza di giocare di adempiere a quei vincoli contrattuali per limitare il danno. E’ un momento di riflessione e stiamo predisponendo una serie di richieste al nostro governo, un decreto legge riconosce lo stato di crisi dello sport.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.