Gruppo sempre più unito: il gesto di Akpa Akpro

Gruppo sempre più unito: il gesto di Akpa Akpro

Che nello spogliatoio si respiri finalmente un’aria nuova lo stiamo rimarcando a più riprese, del resto per antonomasia un gruppo unito può fare la differenza più delle qualità tecniche di un singolo. L’anno scorso è l’esempio più lampante: singolarmente rosa di livello, ma quando mancano motivazioni, leader e attaccamento alla maglia diventa difficile anche fare un punto in sei partite per garantirsi la salvezza. Vi raccontammo del gesto di Gondo che, consapevole di dover migliorare molto per reggere a certi livelli, chiese allo staff tecnico di prolungare i suoi allenamenti anche a costo di fare notte per imparare schemi e movimenti. Ventura lo portò ad esempio davanti a tutti e in tanti, nei giorni successivi, hanno emulato l’attaccante soffermandosi sul campo a curare i dettagli dopo la seduta normale. Ieri è toccato ad Akpa Akpro, centrocampista di qualità e quantità che rappresenta uno dei tanti colpi a parametro zero fatti dalla dirigenza in questi anni. In occasione del suo compleanno ha deciso di restare a Salerno non solo per allenarsi e bruciare le tappe, ma anche per radunare a cena tutti i compagni di squadra creando un clima di grandissima amicizia e serenità. “Sto per rientrare in campo, ma la Salernitana è ognuno di noi. Siamo e siete tutti fondamentali” in sintesi il suo breve discorso, poi la promessa di ballare sotto la Sud se si chiuderà il girone d’andata in zona promozione.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.