Il caso Empoli decide il destino granata, Corsi: “Il Chievo vuole allungare il brodo fino a fine stagione”

Il Presidente dell’Empoli, Fabrizio Corsi, è intervenuto durante la trasmissione Azzurro Mania su Antenna 50, parlando del momento che sta vivendo la squadra azzurra. Ecco le sue parole tratte dal sito PianetaEmpoli: “La società ha inviato un istanza al Giudice Sportivo spiegando tutto quello che è successo in queste settimane, compreso il provvedimento dell’Asl. Credo che ci sarà un primo giudizio a breve sulla vicenda, che se sarà avverso a noi faremo ricorso mentre se sarà sfavorevole al Chievo lo faranno loro perchè da quanto trapela il Chievo è deciso a andare fino in fondo allungando il “brodo” fino a fine stagione. Il mio pensiero è che la gara alla fine si rigiocherà. Non mi sarei mai aspettato di arrivare al fatto che l’Asl potesse sospendere l’attività di una squadra ma giustamente bisogna garantire la salute di tutti. Probabilmente la gara con il Pordenone, altra squadra colpita da molti casi Covid, è stata l’origine del focolaio, tanto che poi si è estesa alla nostra prima squadra, alla Primavera e anche a alcuni ragazzi degli Allievi che erano aggregati alla Primavera. Con la Cremonese abbiamo deciso di giocare il Jolly previsto dal regolamento sul rinvio delle gare anche se in realtà potevamo usare il provvedimento dell’Asl. Tra pochi giorni ci aspetta una gara difficilissima a Reggio Emilia contro la Reggiana, una squadra con due grandi valori che la caratterizzano che sono la volontà e la fame nel raggiungere l’obiettivo della salvezza. Attualmente partiremo con 15 giocatori di movimento, quindi con pochissime cambi a disposizione. Vediamo se entro venerdì riusciremo a recuperare qualcuno da portare in panchina. E’ normale che ci sia un pizzico di apprensione per questo finale di stagione ma dobbiamo dispensare ottimismo e serenità, ci aspettano 8 partite in 28 giorni con diverse squadre in lotta per la salvezza che in questo momento sono quelle più difficili. Il destino è nelle nostre mani, non bisogna guardare alle altre squadre ma solo a noi”. 

La Salernitana è naturalmente spettatrice interessata. Anzitutto tre punti a tavolino consentirebbero al Chievo di accorciare nettamente le distanze sul terzo e quarto posto. In secondo luogo tutti avevamo calcolato un Empoli all’Arechi ormai senza obiettivi e con meno carica agonistica, invece questo tour de force potrebbe far perdere energie e punti preziosi. E l’ultimo turno prevede il big match tra i toscani ed il Lecce. La speranza, per non falsare il campionato, è che tutte le partite da recuperare si giochino quanto prima, senza prevederle a bocce ferme con conseguente rinvio dei playoff. Sarebbe assurdo andare a Pescara per chiudere il campionato con un Empoli-Chievo ancora senza risultato.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.