Inizia l’era Iervolino, presentazione domani alle 15:30. Chi va e chi resta, le ultime

“L’U.S. Salernitana 1919 è lieta di annunciare che domani, giovedì 13 gennaio alle ore 15:30, a seguire la stipula dell’atto di cessione della Società, il neo presidente Danilo Iervolino incontrerà i giornalisti in conferenza stampa presso la sede di Caffè Motta in Via Roberto Wenner 26 a Salerno”. Con questo comunicato stampa si apre ufficialmente la nuova era Iervolino. Sarà l’occasione per conoscere meglio il presidente della Salernitana, capire se ci saranno collaboratori o soci di minoranza, chi sarà il direttore sportivo, come mai Fabiani sia stato esonerato e quale sarà l’allenatore in questo girone di ritorno. Attesi giornalisti anche di importanti testate nazionali, non è da escludere che qualche tifoso possa aspettare l’arrivo del patron all’esterno della struttura. Il tam tam mediatico è già partito, naturalmente il periodo di pandemia impone comportamenti responsabili. Ci sarà tempo per ritrovarsi tutti insieme all’Arechi. Come detto, si capirà di più rispetto al futuro organigramma. Detto di Fabiani, lascia anche il suo più stretto collaboratore Alberto Bianchi. Manca soltanto l’ufficialità, ma già oggi non era presente al Mary Rosy per seguire l’allenamento. Pare che ieri sera, prima di una cena in un noto locale della provincia, abbia salutato il gruppo ringraziando soprattutto i protagonisti della promozione. Qualche possibilità in più di permanenza per il team manager Salvatore Avallone, sul web i tifosi chiedono la riconferma “perchè incarna la salernitanità e ha sempre dato il cuore per la maglia granata”. Si parla con insistenza dell’ex presidente della Casertana Giovanni Lombardi, non arrivano conferme ufficiali. Responsabile dell’area comunicazione sarà, con ogni probabilità, la dottoressa Mara Andria, in bilico gli attuali addetti stampa. Gianluca Lambiase è, di fatto, l’unico superstite dal 2011 ad oggi. Facile pensare che Sabatini si circonderà di una fitta rete di osservatori, ma ciò potrebbe avvenire direttamente da giugno in avanti visto che il ds firmerà un contratto di sei mesi con opzione. Ai saluti anche Manolo Pestrin, c’è da chiarire la posizione di segretari, addetti agli arbitri e vari professionisti che operano quotidianamente in sede. Possibile ci sia un potenziamento dell’area marketing.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.