La decisione assurda del giudice sportivo

Una notizia appena comunicata dal giudice sportivo  è destinata a far discutere i tifosi della Salernitana. Stando a quanto trapela,è stata invalidata la multa da 10mila euro comminata Verona a causa del comportamento poco corretto dei supporters presenti in curva Nord al seguito della squadra. Non è la prima volta che la torcida gialloblu è protagonista in negativo rispetto ad episodi che rientrano nella casistica della discriminazione territoriale. Come ricorderete, nella nota emessa venti giorni fa si leggeva testualmente che “il settore ospiti avesse intonato, anche più volte nell’arco della partita, cori insultanti di matrice territoriale nei confronti dei sostenitori della squadra avversaria”. Il ricorso alla Corte Sportiva d’Appello Nazionale ha avuto l’esito sperato: nessuna multa, nessuno esborso di denaro.

In pratica, da oggi, tutte le tifoserie italiane si sentiranno autorizzate a discriminare ed offendere, un precedente indubbiamente “pericoloso” che conferma quanto l’Italia sia un Paese che vive di retorica. Un “buu” di uno sconsiderato fa notizia per due settimane e si invocano chiusure e interrogazioni parlamentari, poi una curva si macchia sempre delle stesse bassezze e tutto passa sotto traccia.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.