La foto più bella: l’abbraccio tra Dziczek e Di Tacchio e la forza di un grande gruppo

Ci sono immagini che valgono più di mille parole, ci sono scene che resteranno per sempre impresse nel cuore e nella mente di chi, sabato pomeriggio, è rimasto incollato alla televisione in lacrime temendo per l’incolumità di un calciatore, ma soprattutto di un ragazzo di 20 anni. Nessuno potrà mai dimenticare le urla dei compagni di squadra, l’ambulanza che arriva in un secondo sul terreno di gioco munita di defibrillatore, il gesto eroico di un capitano che ha messo a repentaglio la sua salute pur di aiutare un compagno in grave difficoltà. Nel mezzo la telecronaca delicatissima dei colleghi di DAZN, il contatto costante tra la dirigenza, il tecnico Castori e il team manager Avallone, la federazione polacca che si è messa subito a disposizione e la sensibilità dell’Ascoli Calcio e, in particolare, di Vittorio Parigini. L’abbraccio tra Pinna e Veseli ha mostrato il lato umano di queste persone, troppo spesso scambiate per super eroi solo perchè guadagnano stipendi sopra la media ma ricchi di sentimenti e con una vita “normale” alle spalle fatta di responsabilità, famiglia, paure e preoccupazioni. Oggi Patryk Dziczek, subissato di messaggi anche da parte di tifoserie rivali come quella del Napoli, ha ritrovato l’abbraccio di tutti i compagni di squadra. Un fortissimo applauso, un breve discorso di ringraziamento, poi un toccante saluto a Di Tacchio magnificamente immortalato dal fotografo ufficiale Nicola Ianuale. Non c’è da aggiungere altro, si rischierebbe di scadere nella retorica. Proponiamo ai lettori le immagini di una mattinata che ha segnato la vittoria più bella della Salernitana. Se ne ricordassero i detrattori e prescindere quando, dopo un risultato negativo, diranno che questi ragazzi perdono apposta o non hanno a cuore le sorti della maglia granata. Comunque vada a finire hanno già meritato e conquistato un posto nel cuore e nella storia.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.