L’agente di Jallow: “Tarda ancora il suo rientro in Italia”

Si arricchisce di un nuovo capitolo la vicenda Jallow. Oramai la vicenda sta assumendo sempre più le sembianze di una telenovela che si spera si chiuda al più presto e nel migliore dei modi. L’agente del calciatore Sorrentino che ne cura gli interessi insieme al collega Paolo Paloni, contattato dal sito web ilferraiuolo.it, in merito afferma: “La notizia di oggi è che tarda ancora il rientro di Jallow in Italia. Purtroppo ha perso il passaporto e ci vorranno i tempi tecnici per poter risolvere questa problematica. Non credo che riuscirà ad essere a disposizione dell’allenatore prima di 7-10 giorni, sono situazioni che non dipendono direttamente dal ragazzo. Non ci saranno, dunque, incontri nell’imminenza. Quello che posso dire è che stiamo ragionando sulla formula del trasferimento: il Chievo potrebbe anche decidere di monetizzare subito, ma abbiamo parlato con la dirigenza granata anche della possibilità di inserire l’obbligo di riscatto da esercitare a giugno prossimo. Chiaramente c’è “obbligo” e “obbligo”: il calciatore e il club di appartenenza vorrebbero che la Salernitana lo riscattasse a prescindere dalla posizione finale in classifica, per ora loro ragionano sulla base di una riconferma doverosa solo con la promozione in A”.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.