Le pagelle: difesa horror, Giannetti errore fatale

Micai 6: tiene a galla la Salernitana con un paio di buone parate sul risultato di 4-1, resta immobile su un tiro debole dalla distanza. Limita i danni, ma se torni a casa con quattro reti sul groppone non puoi avere più della sufficienza

Karo 4,5: un pomeriggio da incubo, anche a causa della scarsa copertura di Lombardi sulla destra. Incredibile l’errore di posizionamento sulla rete del 3-1, una situazione di lettura assolutamente semplice. Sempre in ritardo, sempre saltato dal diretto avversario.

Billong 5,5: paradossalmente è il meno peggio del terzetto, in 2-3 circostanze ferma Diaw lanciato a rete opponendosi di fisico, ma anche con buona scelta di tempo. Inizia la sua gara con una splendida scivolata, la chiude battibeccando con l’assistente.

Pinto 5: in apnea, dalle sue parti nascono quasi tutte le azioni più pericolose del Cittadella. Sulle prime tre reti è perennemente in ritardo sebbene il mister gli chieda di essere più aggressivo e provare l’anticipo. Pomeriggio da incubo.

Jaroszynski 5: ora si è capito perchè Ventura non lo ha mai impiegato come esterno di centrocampo. Un pesce fuor d’acqua, nella prima mezz’ora sono più i falli che commette che i palloni che tocca. A tratti nervoso, decisamente spaesato.

Di Tacchio 5: partita pessima anche del capitano, sovrastato da Iori e da tutti i funambolici centrocampisti del Cittadella. La seconda sostituzione consecutiva fotografa la preoccupante involuzione

Akpa Akpro 4,5: si vede dopo 5 minuti che è lontanissimo parente del giocatore che nelle passate settimane aveva un passo di categoria superiore. Colpevole sul gol dell’1-1, quando è troppo morbida la chiusura su un avversario che lo lascia sul posto beffandolo come un pivellino. Giusta la sostituzione

Kiyine 5: trasforma il rigore che riaccende la partita, negli ultimi 20 minuti si riaccende dopo oltre un’ora di totale anonimato e tanto incomprensibile nervosismo.

Lombardi 6,5: sforna il cross che permette a Djuric di segnare l’illusorio 0-1, sulla fascia di competenza è motorino inesauribile e ha il merito di conquistare il rigore della speranza. Mezzo voto in meno per l’ammonizione rimediata e per alcune proteste che potevano costare caro

Giannetti 5: si sblocca dopo quasi quattro mesi, ma fino a quel momento era stato disastroso, perennemente in ritardo, costantemente anticipato. Quello che sbaglia al 95′ è più di un rigore in movimento, inspiegabile!

Djuric 6,5: il Cittadella gli porta bene, contro i granata del nord segna il quinto gol in sette mesi. Si danna l’anima e fa reparto da solo dimostrando di meritare la maglia da titolare, entra in tutte le azioni pericolose della Salernitana

Maistro 5: mai in partita, uno solo squillo all’85’ quando prova una conclusione velleitaria piuttosto che servire il libero Lombardi

Dziczek 5,5: si capisce perchè Ventura fatichi a schierarlo, in fase di non possesso è in difficoltà. Quando ha la palla denota qualità, ma è acerbo e deve crescere. Certo, è entrato anche in un contesto complesso

Cicerelli 6: come fa questo ragazzo a restare fuori? Il suo impatto con la partita è ottimo, appena entra la Salernitana inizia a produrre tante occasioni da gol.

Ventura 5: che volesse dare una scossa al gruppo o anticipare qualche decisione lo scopriremo nelle prossime ore, di certo c’è che rinunciare a dare indicazioni e vivere passivamente l’assalto finale non è un bel vedere. Una vittoria in nove gare, cinque sconfitte di fila in trasferta, formazione sbagliata e cambi tardivi. C’è da aggiungere altro?

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.