Milan Djuric: “Salerno è una piazza da serie A, io sono pronto”

Salernitana a caccia di un attaccante. Non è certo un mistero che il tecnico Stefano Colantuono abbia chiesto espressamente alla proprietà di sostituire i partenti Palombi e Rossi con due elementi di spessore, esperienza e personalità che possano rappresentare una validissima alternativa al riconfermato Riccardo Bocalon. Milan Djuric, centravanti alto quasi due metri che nell’ultima stagione ha indossato la maglia del Bristol segnando 3 reti in 16 partite. Nell’intervista rilasciata al Corriere dello Sport lo stesso attaccante ex Cesena spiega la sua posizione… “Ho parlato con il direttore sportivo Fabiani. La Salernitana è una società importante ed ambiziosa, sarebbe davvero un’ottima scelta. Purtroppo non dipende solo da me, sono sotto contratto con il Bristol, quindi la società granata dovrà trovare un accordo anche con il club inglese. Il sottoscritto ed il procuratore abbiamo fatto il nostro dovere, ora la palla passa alle due società. Da parte mia c’è la volontà di indossare la maglia della Salernitana”. In merito alla piazza poi… “E’ sicuramente una piazza molto prestigiosa, senza dimenticare che c’è il centenario alle porte. La società sta costruendo una buona squadra, con giocatori di livello. La piazza, la tifoseria parlano poi da sole. L’Arechi è sempre stato un campo difficile, i tifosi incidono sempre. E’ una piazza da serie A come dicono sempre i miei amici Mendicino e Calil”. Su Colantuono… “E’ un tecnico molto preparato, con una grandissima carriera alle spalle. Personalmente non lo conosco ma ci ho giocato contro diverse volte quando allenava l’Atalanta”. Sulle sue condizioni fisiche Milan Djuric poi aggiunge… “Nell’ultimo anno e mezzo ho avuto problemi di pubalgia, adesso superati. Sto facendo la preparazione con i miei compagni di squadra e sto giocando le amichevoli, fisicamente quindi ci sono”. Sulla possibile coppia con Jallow… “Conosco questo calciatore perché molti amici mi hanno informato sul suo conto. Ha qualità importanti per la serie B”. Infine sulla volontà di tornare nuovamente in Italia… “A Bristol mi trovo bene – conclude Djuric – però ho una bambina di cinque anni che dovrà iniziare la scuola ed un bimbo di otto mesi, penso che per la mia famiglia sarebbe più difficile integrarsi qui. Non pretendo nulla, sia chiaro, se ci fosse la possibilità di tornare in Italia non mi dispiacerebbe”.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.