Milan: “Squadra scarica già nel pre partita, ora basta! A breve interventi drastici, a gennaio investiremo”

Intervenuto durante la festa per il ritorno degli Spartani Salernitani, l’amministratore delegato Maurizio Milan non si è sottratto al confronto con il pubblico. Anzi, ha invogliato i tantissimi presenti ad intervenire per porre delle domande. C’è chi ha invitato Iervolino a considerarsi ancora un neofita e ad affiancarsi a dirigenti d’esperienza, chi ha chiesto una prova di cuore e carattere contro il Napoli, chi ancora ha puntato il dito sull’atteggiamento della squadra ricevendo risposte rassicuranti. Milan, affiancato dallo SLO Mimmo Napoli, ha ringraziato i tifosi, si è detto pronto a incontrare singolarmente tutti i club e a capire quali siano le esigenze della piazza rinnovando il proprio impegno affinché a gennaio la rosa venga rinforzata a dovere.

“Siamo ultimi e inaugurate i club, bisogna farvi i complimenti” ha detto l’A.D. granata, quasi sorpreso per una tale partecipazione popolare “questo ci dà una energia incredibile e la trasmetterò al presidente. Nel corso del suo ultimo intervento ha fatto trasparire la sua grande amarezza, la squadra è quella dell’anno scorso e non ci saremmo aspettati una classifica del genere. Siamo in difficoltà, è innegabile ed evidente. Ma è altrettanto innegabile che non valiamo 4 punti e l’ultimo posto. Abbiamo fatto un primo intervento molto drastico per provare a raddrizzare la situazione, evidentemente dobbiamo muoverci in modo ancora più forte e concreto. Non appena Iervolino tornerà dall’estero abbiamo in programma un incontro utile a capire tante cose e a valutare approfonditamente situazioni che ci stanno a cuore e che riteniamo utili per accelerare il percorso di crescita”. Tradotto: si cerca un direttore generale esperto, con De Sanctis a rischio esonero.

Ma, come detto, tutti i presenti hanno menzionato i calciatori indicandoli come principali responsabili. Milan si dice dispiaciuto “perchè a Genova li ho visti scarichi, spenti e rassegnati già nello spogliatoio prima di scendere in campo e questo non va assolutamente bene. Non è ammissibile, soprattutto per gli sforzi economici della società e per quelle 700 persone che ci hanno seguito in trasferta. Daremo mandato a mister Inzaghi di capire chi è con noi e chi è contro di noi. Tireremo una linea e vi promettiamo che faranno parte della Salernitana solo quei giocatori che meritano di indossare la maglia granata. E vi accorgerete che non sono solo le classiche frasi di circostanza”.

Milan ha assicurato che “non c’è nessun politico che ostacola la crescita della Salernitana, ovviamente la questione Arechi-Volpe la seguiamo con molta attenzione in attesa di essere direttamente coinvolti dalle istituzioni” e ha aggiunto che a gennaio saranno fatti investimenti: “Ho preparato personalmente un programma finanziario sottoposto all’attenzione del presidente. Sui nomi e sui ruoli ragioneremo a breve, vedrete più avanti. Ma una retrocessione non vogliamo proprio metterla in preventivo, sia per la passione della gente e sia per quanto abbiamo speso. Ora, però, siamo ultimi e accettiamo le critiche rispettando molto anche quei giornalisti che fanno analisi quotidiane che, in buona parte, condividiamo e ci aiutano”.

Naturalmente il pubblico presente ha chiesto massimo impegno per il derby col Napoli in programma sabato pomeriggio: “In campo non andiamo noi, ma state certi che faremo capire in tutti i modi alla squadra che è una gara importantissima e che dobbiamo incarnare i valori del nostro splendido pubblico .Vedere una sala piena e un club che nasce da ultimi in classifica non può lasciarci indifferenti ed è tempo che tutti capiscano quanto siano fortunati a giocare nella Salernitana. Faremo di tutto per restare in serie A”.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.