Non si può non vedere quel fuorigioco: un arbitro scarso sbaglia in entrambe le direzioni

Più passano le ore, più aumenta la rabbia e l’incredulità per quello che è accaduto ieri a Cremona. Anzitutto non riusciamo a capacitarci di come Salerno, un tempo fortino inespugnabile, si sia trasformata in un club di “De coubertiniani”: tutti pronti a giustificare torti clamorosi, tutti desiderosi di individuare un colpevole senza concedere alcun alibi anche quando la realtà è palese e sotto gli occhi di tutti. A sessanta chilometri da qui c’è un allenatore che si lamenta pur avendo ricevuto un favore palese (manca un rigore solare alla Juve Stabia nel derby col Benevento), in casa granata sembra quasi un delitto rimarcare cose che, già da diversi anni, stanno penalizzando oltremodo il cavalluccio marino. Una città compatta, con la mentalità degli anni Novanta  e maggiormente attaccata alla maglia creerebbe un clima diverso, volto alla tutela di chi si sta imbattendo in avversari che non si possono battere segnando un gol in più. Come ha fatto il guardalinee a non ravvisare il fuorigioco di Ceravolo? L’assistente era ben posizionato, la visuale non era ostruita e l’attaccante della Cremonese salta partecipando attivamente all’azione influendo sul goffo intervento di Micai. Incredibile, inspiegabile. Ancor di più perchè 120 secondi dopo Gondo è stato spinto da Torregrossa con Marinelli ben posizionato: nel dubbio non si fischia mai dalla parte della Salernitana e questa cosa sta diventando intollerabile. Guai a pensare alla cattiva fede, ma un arbitro semplicemente scarso dovrebbe sbagliare da una parte e dall’altra. Invece tutti gli episodi- ieri come a Livorno, Venezia o in casa col Chievo- sono sempre stati contrari. Chi ha speso centinaia di euro e macinato una marea di chilometri per assistere alla partita merita rispetto e se un arbitro non è all’altezza lo si manda a casa senza creare un’atmosfera da “casta” che si difende sempre e comunque. Questo gioco ha bisogno di credibilità, il “due pesi e due misure” falsa i campionati e le partite.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.