Ora sguardo rivolto al futuro… ci saranno tante riconferme con un programma ambizioso

di Enzo Sica

E da oggi si pensa al futuro. Si perchè la Salernitana dopo la grande impresa di salvarsi nel campionato di serie A, per la seconda volta consecutiva nella sua lunga storia ultra centenaria, si tuffa sulla programmazione affinché la terza stagione in serie A possa davvero partire con il piede giusto visto che Paulo Sousa, tecnico che è stato il protagonista principale di questa salvezza, è ad un passo dalla riconferma. Che è stata ampiamente discussa sia dal presidente Danilo Iervolino che dal diesse Morgan De Sanctis e le prime indicazioni sono quelle di rivedere l’allenatore portoghese su questa panchina.

E’ chiaro che ora inizierà la cosiddetta campagna acquisti e cessioni, torneranno tanti calciatori di proprietà della Salernitana che hanno giocato in altre squadre e con i quali si cercherà l’accordo per poterli piazzare in altre squadre tra serie B e serie C ma nel contempo le valide indicazioni di Paulo Sousa che, ci risulta, ci siano già state su chi potrà indossare la maglia granata in serie A sono già state attenzionate. Bisognerà valutare solo il budget che il presidente Iervolino vorrà mettere sul piatto di una ipotetica bilancia cercando anche, come nel caso di Boulaye Dia di riscattarlo per poi fare valutazioni se il calciatore senegalese volesse, come ha già manifestato nel corrso di alcune interviste, di cederlo ad una squadra di Premier League.

Per ora sono solo voci come quella di Pasquale Mazzocchi che in un post su facebook ha ringraziato i tifosi della Salernitana per questi suoi due anni a Salerno facendo intravedere di voler giocare altrove.

Per il resto dopo la bella festa di Piazza della Concordia e lo sciogliete le righe che ci sarà da qui a qualche giorno ci si proietta sul prossimo mese di luglio, che sarà quello di formare una grande e bella Salernitana pronta per iniziare il ritiro estivo e poi cercare nel prossimo campionato di serie A (prima però si partirà anche con la Coppa Italia) di centrare quelle soddisfazioni che in questa stagione sono state quasi al primo posto alla luce del fatto che Paulo Sousa ha preso la squadra ad un passo dal baratro e le ha dato un gioco che poi si è rivelato redditizio per arrivare alla tanta auspicata ma anche cercata salvezza.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.