Pagelle: Ederson il peggiore, Perotti errore decisivo. Bene Fazio

Sepe 6: è vero che Cutrone tira da distanza ravvicinata, ma la conclusione non sembra irresistibile e poteva fare di più. E’ invece decisivo nella ripresa con una doppia parata che tiene a galla la Salernitana e consente di portare a casa almeno il pareggio.

Gyomber 6: oggi è apparso meno lucido e pulito rispetto alle settimane precedenti, ha sofferto la rapidità del calciatori dell’Empoli e forse è salito in ritardo sulla rete dei toscani. Un po’ meglio nella ripresa.

Fazio 7: altra grande prestazione per il roccioso centrale brasiliano che, ormai, ha messo da parte quell’avvio così negativo dettato esclusivamente da motivi fisici. Mette la museruola a Pinamonti e non fa passare quasi nulla, apprezzabile per un paio di sortite offensive coraggiose e di qualità.

Radovanovic 6,5: inizia da difensore centrale e, tutto sommato, sbaglia poco o nulla. Nella ripresa c’è un risultato da recuperare e il mister lo sposta in cabina di regia. Bravo ad aprire il gioco favorendo le sovrapposizioni degli esterni, sfiora il gol al 45′ con un bel tiro dalla distanza.

Mazzocchi 5: non ha azzeccato nemmeno un cross e ha perso il duello con Parisi. Involuto da diverse settimane.

Obi 5: la scelta di Nicola non si rivela azzeccata, vien da chiedersi come mai sia stato preferito un calciatore lento e compassato ad un Ruggeri che spinge tanto e garantisce cross invitanti per le punte. Sostituzione assolutamente tardiva.

Ederson 4,5: è l’uomo in più…dell’Empoli. Probabilmente era lui a dover essere sostituito. Sembra distratto, svagato, stoppa sempre il pallone in modo sbagliato e non fa vedere assolutamente nulla del giocatore che la proprietà ha valutato 35 milioni di euro. Ammonito, ha finito anzitempo la sua stagione e vedremo in estate quale sarà il suo futuro.

L.Coulibaly 5: è stato spremuto come un limone, anche lui è appannato in queste settimane e sta facendo tremendamente fatica. Sbaglia tanto, in impostazione più che in interdizione. Non era certo lui, però, a dover essere sostituito all’intervallo

Kastanos 5: alterna qualche accelerazione elegante ad errori banali, la continuità è sempre stata il suo tallone d’Achille. Ha tre volte la possibilità di mettere Djuric davanti al portiere, ma il piede non è caldo come in passato e regala palloni ai centrali toscani

Verdi 5: sta incidendo maggiormente da subentrante, quando parte dall’inizio non si vede quella “cazzimma” che risulta fondamentale in partite del genere. I costanti raddoppi di marcatura dell’Empoli non gli permettono di calciare in porta, ma si vede da subito non sia in giornata. Nicola, sconsolato, allarga le braccia in segno di resa quando sbaglia il quarto calcio d’angolo di fila.

Djuric 6: anche lui appare in debito d’ossigeno, il duello fisico con Romagnoli finisce in parità. Ha una grande occasione in avvio di partita per sbloccare lo 0-0, ma Vicario è in giornata di grazia e fa il primo miracolo di giornata. Meno lucido del solito, ma è sempre il solito combattente di cui non si può fare a meno.

Perotti 4: il rigore sbagliato certifica il fallimento della sua esperienza a Salerno

M.Coulibaly 6: entra e conquista con bravura il calcio di rigore che poteva significare salvezza

Bonazzoli 6: ha subito una chance enorme per  fare 1-1, ma Vicario gli dice di no con un grande riflesso. Segna in rovesciata la rete dell’1-1 e sale in doppia cifra

Zortea 4,5: avesse azzeccato un solo cross…

Ruggeri 5,5: l’unico terzino di spinta con il piede buono viene sacrificato tra i tre in difesa e questa scelta appare azzardata, così come quella di preferirgli Obi

Nicola 5: ottimo motivatore, ma le formazioni sbagliate iniziano a essere tante. Bonazzoli non può restare fuori, non può partire Obi dal primo minuto al posto di esterni che spingono, toglie Kastanos e Lassana tenendo in campo il peggior Ederson della stagione. Pessima la gestione sul rigore.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.