Pagelle: prestazione semplicemente vergognosa. Si salva solo Cabral

Ochoa 5,5: tiene a galla la squadra con un paio di ottime parate, ma forse è goffo in occasione della rete dell’Empoli. Anche in avvio di gara, quando Baldanzi sbaglia l’impossibile, resta piantato sulla linea di porta.

Lovato 4: ci mette almeno un minimo di cattiveria agonistica, ma par gli manchino proprio i fondamentali per giocare in serie A

Pirola 4: prestazione disastrosa di un calciatore sopravvalutato e che deve mangiarne di pane duro prima di valere i 5 milioni che ha sborsato la società per acquistarlo. Pessimo

Gyomber 5: anche lui va in confusione, e non potrebbe essere altrimenti visto che lo affiancano due giovani acerbi e, ad oggi, sopravvalutati. Si arrabbia con sè stesso quando trasforma uno stop semplice in un corner a favore dell’Empoli

Mazzocchi 4,5: l’ultima partita “alla Mazzocchi” è stata forse quella con la Juventus di un anno fa. La domanda è: può un infortunio pregresso giustificare la costante involuzione di un calciatore? Non salta mai l’uomo ed è fuori posizione quando l’Empoli segna

Bradaric 3,5: la peggior prestazione da quando indossa la maglia granata, la fotografia della sua partita è un passaggio a Luperto quando in area c’erano due compagni liberi. Spara in curva da buona posizione e in fase difensiva è inguardabile

Martegani 4,5: qualcuno gli spieghi che serve a poco essere bravi tecnicamente se poi tocchi la palla cinque volte e ti fai chiudere dagli avversari

Maggiore 4,5: e pensare che a tratti è stato il meno peggio. Basta questo per descrivere la prova della Salernitana

Kastanos 4,5: pare faccia di tutto per favorire le ripartenze dell’Empoli, ci vuole il pallottoliere per contare il numero di palloni che perde a ridosso della propria area di rigore. Primo tempo irritante, meglio nella ripresa

Candreva 4: luce spenta per il capitano, avulso dal gioco e stranamente impreciso

Cabral 7: unica luce in una squadra spenta, che ha trovato un calciatore di livello ma non sa supportarlo. Il triste record dei legni colpiti aumenta il rimpianto, ma anche in caso di 1-1 non sarebbero cambiati i giudizi sulla squadra

Daniiuc 5: inizia bene, poi fa qualche disastro anche lui. Sarà titolare con l’Inter

Dia 4: questa confusione totale è frutto anche del suo atteggiamento che meriterebbe tribuna fino a giugno. Ma purtroppo c’è bisogno di lui e le questioni di principio vanno a farsi benedire

Bohinen 4: un disastro

Botheim 4: che attaccante sei se non tiri in porta da un anno?

Tchaouna 4,5: in prestito gratuito da una squadra che fa la serie B inglese. Basta?

Sousa 6: avrà le sue responsabilità, ma questa società ha avuto la capacità di trasformare il valore aggiunto nel capro espiatorio. Quindi con Semplici o Iachini la difesa diventerà impenetrabile, Bohinen sarà velocissimo e l’attacco segnerà gol a grappoli? Il 4 va a De Sanctis e a Iervolino

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.