Pensieri in libertà di… un “folle” granata: grande delusione!

Eh sì … ci aspettavamo un’altra Salernitana… invece l’undici granata si è palesato abulico, mentalmente scarico, svogliato e senza grinta.  Praticamente una continuazione del secondo tempo contro il Trapani di lunedì scorso, e pertanto se due indizi fanno una prova, allora c’è da preoccuparsi?  Se lo chiedono tutti ma soprattutto i fantastici 600 supporter che, dietro un unico striscione “Salerno” ed a 800 km di distanza, hanno tifato per tutto il match.
Bisogna precisare: il rigore e’ una invenzione dell’arbitro, ma ciò non giustifica la sconfitta contro un mediocre Chievo (che i due telecronisti di Dazn, vergognosamente “casalinghi”, hanno dipinto come.. il Real Madrid). Ma c’è di più … Non ho capito perché mister Ventura ha preferito Karo ad Aya.  L’italo marocchino, da quando è giunto a Salerno nel mercato di gennaio ed ha meritatamente conquistato il posto di titolare, fino ad oggi aveva conferito solidità e sicurezza all’intero reparto difensivo: in questa partita la sua assenza è pesata come un macigno (vedasi il secondo gol di Giaccherini,  ma non solo). Ancora.. alcuni giocatori sono sulle gambe da qualche gara ed i continui infortuni lo stanno testimoniando.

Speriamo che le assenze non condizionino in negativo il finale di stagione, nel quale dovrà assolutamente trovare spazio Capezzi. Domenica subito la possibilità di riprendere il cammino contro il Livorno all’Arechi: partita determinante per il futuro del nostro campionato. Chi la ama davvero non può far mancare il suo calore ed il suo affetto a supporto della Salernitana.

Andrea Criscuolo
Responsabile Comunicazione Salerno Club 2010
Conduttore trasmissione Tifosissimi

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.