Retroscena Castori: la chiamata di Marchetti e la richiesta rifiutata

A distanza di 24 ore da un esonero del tutto inaspettato, emergono ulteriori retroscena sull’addio di Fabrizio Castori. Secondo indiscrezioni raccolte dalla nostra redazione, tutto è filato liscio fino a sabato sera, quando c’è stato un confronto con lo staff tecnico e con la dirigenza basato esclusivamente sulla sconfitta di La Spezia e sulle prossime gare di campionato. Ieri, nella tarda mattinata, c’è stata una prima telefonata da parte del direttore sportivo Angelo Fabiani che, pur senza comunicare nulla di ufficiale, ha fatto da apripista rispetto alla successiva chiamata dell’amministratore unico Ugo Marchetti. Che, dopo una lunga premessa sui meriti professionali e le doti umane, avrebbe chiesto a Castori e a parte del suo staff di rassegnare le dimissioni “arrendendosi” ad una classifica che inchiodava la Salernitana all’ultimo posto. Assodata la legittima volontà di non dimettersi, il Generale ha dato mandato ai dirigenti di individuare in tempi rapidi una nuova guida tecnica nel rispetto del budget prefissato, possibilmente con esperienza in A, un carattere forte e una conoscenza pregressa della piazza. Alle ore 16:45 ulteriore e ultimo confronto tra le parti, qualche spiffero parla di un Fabiani dispiaciuto e pronto a chiedere un passo indietro di tutti pur avendo ormai in mano il contratto firmato da Stefano Colantuono. Che, stando a quanto si legge sugli organi di stampa nazionali, nel frattempo aveva telefonato a Castori per ringraziarlo ed aggiornarlo sulla novità. Voci ovviamente tutte da confermare. Ad ogni modo scelta di Marchetti avallata, pur a malincuore, dal ds e dai suoi collaboratori, vien da pensare che in fondo la vittoria col Genoa abbia solo rimandato di 90 minuti quanto era stato stabilito dopo Sassuolo. Le parole di Marchetti, del resto, furono chiare ed era evidente che l’amministratore aspettasse le dimissioni prima di mettere a busta paga un altro allenatore. Colantuono è sempre stato prima scelta e non erano stati presi in considerazione altri profili. Sembrerebbe che molti calciatori, specialmente chi ha vinto il campionato l’anno scorso, abbiano contattato Castori per esprimere un sincero dispiacere. Ma la rottura con Marchetti (che, da non conoscitore di calcio, ha assunto una decisione forte, si spera del tutto autonoma) era cronica e l’esonero era scritto dietro la schiena. Purtroppo…

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.