Ribery carica i compagni: “Sono con voi, dentro e fuori dal campo”

Durante l’allenamento di ieri si è fermato anche Obi, a causa di una lieve distorsione alla caviglia sinistra. Il nigeriano ha svolto fisioterapia, però sembra essere recuperabile per sabato. Il punto interrogativo è Ribéry: lunedì la paura, martedì il mezzo sospiro di sollievo per l’assenza di fratture e di problemi ai legamenti, mercoledì si è aggiunta la speranza. Timida, è bene sottolinearlo. Ieri il francese ha testimoniato la sua voglia di non mollare su Instagram, filmandosi mentre fa cyclette. E poi tante terapie. La sala medica del Mary Rosy è stata location gettonatissima per stories e foto dei calciatori granata sotto le cure del massaggiatore, Angelo Mascolo. Ribéry vuole esserci, sa di essere importante. La caviglia destra toccata duramente lunedì è quella già operata nel dicembre 2019 e occorre andarci piano. Cautela vorrebbe che marcasse visita al Picco, per presentarsi arruolabile contro Empoli o Venezia immediatamente dopo. A tutt’oggi è l’opzione più probabile, ma l’ex Bayern ha voglia di sorprendere: dovesse star meglio, partirebbe con la squadra. Verosimilmente sarà Kastanos il titolare dietro le punte, mentre la coperta corta del centrocampo dovrebbe essere colmata col trio Mamadou Coulibaly-Di Tacchio-Obi (se, come pare, ce la farà). In alternativa c’è Schiavone, che quando vede lo Spezia si esalta: ha segnato dieci volte in tutta la sua carriera, due ai bianconeri.

La difesa non si tocca con Gyomber, Strandberg (galvanizzato dall’ennesima prestazione monstre in Nazionale), Gagliolo e il ristabilito Ranieri. Oggi Castori riabbraccerà anche Veseli. Rientrato in Italia soltanto ieri dopo la parentesi in Nazionale, il difensore si è sottoposto all’importante tampone di rito, visti i quattro casi di positività al Covid riscontrati nel ritiro della sua Albania in questi giorni. stamani avrà il risultato e potrà si spera regolarmente allenarsi con i compagni alle 15 al Mary Rosy. Domattina rifinitura, poi conferenza stampa dell’allenatore in presenza, pranzo e partenza in charter per la Liguria. Dove sabato ci sarà lo scontro tra penultime. Una non ha mai fatto punti in casa, l’altra è a secco in trasferta. Il peggior attacco (5 gol, la Salernitana è anche la squadra che ha calciato meno nello specchio avversario fino qui) fa visita alla peggior difesa (19). La squadra di Motta viene da tre sconfitte consecutive e ha tante assenze: Bastoni è squalificato, Leo Sena, Agudelo, Bourabia, Sala, Kiwior, Erlic e Colley infortunati. In dubbio Amian e Reca. Recuperati Maggiore e Kovalenko.

Lo riporta il Mattino

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.