Riecco Chiariello. L’attacco agli “imbecilli”, poi l’affondo: “Squadraccia vergognosa”

Il Napoli frena la striscia di vittorie giocando una partita mediocre a Roma? Ecco che l’attenzione dei media partenopei si sposta sulla Salernitana. Canale 21, in particolare, si sofferma sulla sconfitta dei granata in un editoriale dai contenuti “populistici” – in parte anche condivisibile – ma con una fotografia complessiva della realtà dalla quale prendiamo fortemente le distanze. L’anno scorso, con un Benevento palesemente più scarso della Salernitana attuale e che collezionava figuracce a ripetizione, ricordiamo un atteggiamento più soft, volto al sostegno e all’incoraggiamento pur con un’analisi obiettiva. Da mesi, invece, sembra quasi che la presenza di un’altra campana nel massimo campionato italiano dia fastidio agli eterni secondi e a chi, l’anno scorso, ha fallito tutti i propri traguardi mentre a Salerno si festeggiava con pieno merito e senza 0-0 preconfezionati con le ex gemellate. Umberto Chiarello, giornalista notoriamente tifoso del Napoli, non ci sta e respinge al mittente le tantissime critiche giunte su sponda granata. “Gli imbecilli pensano che parlo con odio, invece le mie sono parole d’amore per la Salernitana” ha detto con tono piuttosto deciso, parte conclusiva di un discorso come sempre durissimo: “E’ una squadraccia, una squadraccia, una squadraccia…Tre gol presi in casa dall’Empoli in 12 minuti! Tutto dopo aver mandato via un allenatore come Castori con un comunicato vergognoso di una persona che di mestiere faceva il Generale. Al posto di accanirsi con l’ex tecnico, che ha portato in serie A una rosa che Lotito non aveva certo costruito per vincere, ci spiegassero come mai Marchetti e Fabiani fanno parte di questo nuovo corso. Per poi prendere chi, Colantuono che non era buono nemmeno in serie B? Credo che i tifosi debbano protestare. E’ stato allestito un organico non all’altezza della categoria, l’ultimo posto evidenzia quello che sto denunciando da settimane”. Stiamo parlando di un giornalista che era apprezzato anche a Salerno per le sue analisi a 360°, per una serie di articoli anche positivi nei confronti di tutte le realtà campane e non solo del Napoli. Leggendo i commenti è palese abbia perso punti, così come quando disse che “perderà tutte le partite” per poi analizzare con stupore la vittoria contro il Genoa. Ognuno è libero di dire ciò che vuole, ci mancherebbe. Anche che un fuoriclasse come Ribery, che ha vinto in carriera più del Napoli e di tutti i suoi calciatori messi insieme, sia un ex calciatore. Ma non condividiamo questa durezza estrema nei confronti di una squadra che, al completo, non è affatto inferiore alla concorrenza.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.