Riecco Paolo Esposito: “Talmente scarsa da falsare il campionato”

Al posto di interrogarsi sulle recenti brutte figure di un Napoli destinato, come sempre, a festeggiare lo scudetto fino ad ottobre per poi tornare nel consueto anonimato fatto di illusioni e piagnistei, il giornalista Paolo Esposito ha inteso dedicare un altro pensiero alla Salernitana. Due settimane fa ci fu una sorta di braccio teso per riportare serenità, anche dopo la bella e piccata risposta di mister Colantuono. Ora, invece, ha rincarato la dose: “Certe squadre senza qualità, veramente scarse come la salernitana, non sono in grado di giocare nella massima serie. Compagini, che non hanno nulla a che vedere con la serie A e falsano lo stesso torneo. Come è successo negli anni scorsi con Frosinone e Crotone in primis e il primo anno fallimentare del Benevento in serie A! Quest’anno la storia si ripete con la matricola salernitana. Squadre “attrezzate” (si fa per dire…) con molta presunzione e soprattutto senza esserne capaci di costruirle all’altezza della serie A ! Così campano di illusioni pur essendo ultimi in classifica, con un piede e mezzo già in serie B”. Ricordiamo al signor Paolo Esposito che il “suo” Napoli, ad oggi, è tra le squadre a detenere il record negativo di punti in un campionato di massima serie, con l’indecorosa retrocessione del 1998 proprio mentre la Salernitana, senza 0-0 strategici con ex gemellati, stravinceva in cadetteria. E chiediamo all’esimio collega: se la Salernitana è scarsa, quanto lo è il Napoli che, per batterla, ha dovuto aggrapparsi agli episodi arbitrali e ad una papera del portiere senza riuscire a superare la metà campo per quasi tutto il secondo tempo?

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.