Salernitana: con la nuova società, nuove certezze…

di Enzo Sica

Bisogna aggrapparsi ai numeri, non mollare e soprattutto sperare che la scadenza delle offerte sull’acquisto della società possa dare fiato a futuri, possibili nuovi scenari. Certo non è facile metabolizzare la dodicesima sconfitta in campionato (su sedici gare) ma questa nuova…caduta a San Siro, contro il Milan, è stata davvero fragorosa. Squadra granata che non è mai stata in partita, incontro praticamente durato diciotto minuti visto che le due reti dei rossoneri non hanno prodotto anche a livello di orgoglio nessuna reazione da parte della Salernitana. E tutto ciò è un segnale pericoloso visto che nessuno osa immaginare che questa <resa> possa trascinarsi anche nel corso delle ultime gare del girone di andata che dovrebbero essere quelle di un sussulto imperioso per riprendersi da queste debacle.

L’ultimo posto in classifica non aiuta neppure nel morale i calciatori granata. La parola <cenerentola> che va avanti da inizio stagione non è stata mai accantonata. Va anche detto che ci sono state gare dove, forse, non si meritava la sconfitta ma sono solo considerazioni che lasciano il tempo che trovano visto che impietosamente questa Salernitana ha la difesa più <bucata> del campionato di serie A e un attacco…anemico visto che da due gare non segna e l’ultimo gol, quello di Bonazzoli a Cagliari, è lontano parecchie settimane.

Nessun processo, per carità. La situazione difficile è sotto gli occhi di tutti. Un miglioramento è auspicabile proprio nelle prossime giornate anche se, è chiaro, la nuova società che deve per forza arrivare visto che i termini dei trustee (5 dicembre) sono scaduti potrebbe conferire nuove certezze, un nuovo spirito di gruppo ed anche un rafforzamento della rosa nella campagna acquisti e cessioni di gennaio. Nella consapevolezza di rimettersi in gioco, puntare ad agganciarsi al carro-salvezza che oggi dista solo  quattro punti.

Insomma quella speranza che tutti i tifosi granata stanno cullando da inizio stagione proprio per mantenere questa categoria che gratifica una città intera potrebbe anche materializzarsi nel momento in cui arriverà quella società forte che potrebbe con l’acquisto di calciatori di categoria arrivare a giocarsi le <chances> di salvezza. Che al momento appaiono minime ma ci sono ancora tanti punti in palio e tutto può ancora accadere.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.