Salernitana, definita la strategia di mercato: i tre colpi più importanti ad agosto

Con il passare dei giorni inizia a delinearsi la strategia della Salernitana sul mercato. Ad oggi c’è da fare praticamente tutto, con dodici innesti che sono numero minimo per formare una rosa che, quantomeno, possa giocarsela senza retrocedere virtualmente in largo anticipo. Oltre a Zortea a Ruggieri, l’allenatore ha chiesto dieci innesti magari già prima della trasferta di Bologna che non sarà poi così impossibile rispetto ad altri match ben più proibitivi. Secondo indiscrezioni raccolte dalla nostra redazione, il mercato si dividerà in due fasi: fino a inizio agosto si interverrà soprattutto numericamente (e si conta di ufficializzare Obi, Bonazzoli, Caprari, Ndoj, forse Ranieri e Coulibaly), successivamente si investiranno i 2,7 milioni di euro in arrivo dalle tv per un colpo per reparto di un certo livello. Il sogno resta sempre Gaetano Letizia che, ad ora, il Benevento sta provando a trattenere. In mediana e in attacco serve gente di categoria e di qualità, non è da escludere un colpo a sorpresa che possa innalzare un livello ad oggi tutt’altro che adeguato alla massima serie. Ma un top player (in relazione all’obiettivo salvezza, sia chiaro) può essere incentivato solo se vedrà un organico minimamente competitivo. E una sfilza di ufficialità, con gente magari non straordinaria ma affamata e di prospettiva, aiuterebbe e non poco a sbloccare un mercato che procede troppo a rilento. Lo riporta TuttoSalernitana

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.