Salernitana e Mai Sola rendono omaggio ai 4 angeli. Il toccante appello di Giovanni Vitale

Una delegazione della Salernitana e della tifoseria organizzata ha reso omaggio, questa mattina, ai 4 angeli granata Ciro, Enzo, Peppe e Simone a 22 di distanza da un’autentica tragedia. Alcuni esponenti della società e dei club granata, capeggiati dal Mai Sola del presidente Antonio Carmando, hanno inteso manifestare affetto, sostegno e vicinanza alle famiglie in un giorno che non sarà mai uguale a tutti gli altri. Ecco quanto il Mai Sola ha scritto in una nota diffusa su facebook: “Per non dimenticare 24 maggio una data che ancora oggi rimane scolpita nei cuori dei tifosi granata. Una nostra delegazione ha voluto rendere omaggio ai 4 ragazzi che hanno perso la vita per seguire la nostra squadra del cuore.Ora li immaginiamo ad esultare dal loro paradiso, le gesta di questa squadra. Ed è a loro che va dedicata questa promozione, così come a Fulvietto, a Loris, al Siberiano, alla signora Maria, a tutti coloro che purtroppo ci hanno lasciato e che ci mancano tanto, ogni giorno di più”. Belle anche le parole del giornalista Giovanni Vitale, intercettato dai colleghi del quotidiano Il Mattino: “Bisogna parlare alle nuove leve del tifo, educarle alla cultura dello sport, sempre. Deve accadere al più presto, nell’auspicio che gli stadi possano subito ripopolarsi. Adesso che la Salernitana è ritornata in Serie A, il pericolo potrebbe essere ancora più latente. L’euforia collettiva crea una condizione, una sensazione, una illusione di invincibilità nei più giovani: ‘Sono il più forte, perché la Salernitana è la più forte; tifo Salernitana e nulla mi può accadere’. Al contrario, dico e chiedo calma, equilibrio, rispetto dei valori e delle regole senza eccessi per godere totalmente ma in serenità di un traguardo storico

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.