Salernitana e strutture, incontro con il Sindaco di Pontecagnano: i dettagli

Vi abbiamo raccontato nei giorni scorsi della volontà della Salernitana di investire in infrastrutture. Nel giro di un paio d’anni, dietro concessione a lungo termine dello stadio, potremmo vedere un Arechi completamente nuovo e fruibile al pubblico 365 giorni all’anno grazie alla presenza di ristoranti, centri commerciali, store ufficiali e negozi di vario genere. Un modo per dare posti di lavoro ai ragazzi del territorio e per far entrare denaro nelle casse del club, un punto di forza enorme per i colori granata. C’è poi il discorso legato al Vestuti, storico impianto ormai caduto in malora che Iervolino potrebbe trasformare in una vera e propria polisportiva. Non è la priorità, sia chiaro, ma l’idea stuzzica il patron e c’è già l’ok del fedele collaboratore e amministratore delegato Maurizio Milan. Il vero investimento, però, sarà fatto per un centro sportivo destinato a diventare la casa della Salernitana e dei ragazzi del settore giovanile. Una nuova Salernello, insomma. Quasi certamente sorgerà in città ed è stata individuata un’area alle spalle del “Volpe”, ma non sono fitti i dialoghi con l’amministrazione comunale di Pontecagnano per parlare di Mary Rosy. Inizialmente c’era stata una totale bocciatura, poi però sono stati eseguiti in fretta e furia dei lavori che hanno reso i campi assolutamente idonei per una società di serie A. Anche mister Nicola ha espresso un parere favorevole. Pur essendo una struttura privata, però, occorre l’ok del Comune di Pontecagnano per costruire nei dintorni quantomeno un albergo per i calciatori,una vera e propria foresteria dotata di ogni comfort. Considerando, però, che ad altre ditte private – per motivi differenti dal calcio – non è stata data l’autorizzazione, vien da pensare che, su questo, sarà una trattativa laboriosa. Le parti si riaggiorneranno nelle prossime settimane.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.