Salernitana, tra reclamo e rimprovero: si valuta il caso Lombardi

Quanto accaduto ieri pomeriggio a metà del secondo tempo con la Cremonese non è passato inosservato. L’espulsione di Cristiano Lombardi ha diviso l’opinione pubblica: da un lato chi punta il dito contro l’ennesimo arbitraggio a sfavore, dall’altro i soliti irremovibili che accusano il calciatore di aver compromesso una partita ormai in pugno. La verità sta nel mezzo: Baroni ha commesso un errore clamoroso pensando che il pallone scagliato nei distinti fosse rivolto alla sua persona (e basteranno le immagini tv per smentire questa tesi), ma anche Lombardi poteva contenersi ed evitare una reazione comunque plateale. Il rosso diretto lasciava presagire una squalifica abbastanza lunga, almeno due giornate. E puntualmente così è stato. Pare che il referto redatto dall’arbitro sia piuttosto severo. Ad ora la Salernitana non sa se fare eventualmente ricorso perchè la dirigenza e la società hanno comunque apprezzato poco l’atteggiamento di un giocatore che arriva, tra l’altro, al termine di una settimana molto chiacchierata sul suo conto. Le possibilità che ci sia ad Ascoli sono remote sebbene le immagini televisive siano già al vaglio degli avvocati e della dirigenza granata.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.