Salernitana, Ventura l’arma in più: voto alto per il mister del presente…e del futuro

Dopo aver valutato portieri, difensori, centrocampisti e attaccanti, la redazione di TuttoSalernitana si sofferma oggi sul lavoro svolto dal tecnico Gian Piero Ventura. E’ fin troppo evidente già dagli argomenti affrontati in conferenza stampa che stiamo parlando del miglior allenatore transitato a Salerno non solo nella gestione Lotito-Mezzaroma, ma in generale negli ultimi decenni. Non si arriva per caso sulla panchina della Nazionale, tanto per intenderci. I meriti del mister sono tantissimi e sin dal ritiro si è vista la sua mano. Quando tagli un calciatore come Casasola lanci subito un messaggio a tutto l’ambiente e al gruppo, un segnale fondamentale per ripartire dopo la disastrosa annata precedente. La valorizzazione di tanti giovani e la capacità di gestirli ha fatto la differenza, oggi Salerno- e la Lazio- si coccolano Dziczek, Lombardi, Karo, Gondo e Cicerelli che con altri allenatori non erano certo esplosi. Anche sul piano del gioco la Salernitana ha spesso divertito la platea e senza infortuni e imbarazzanti torti arbitrali staremmo parlando di un secondo posto con distacco ridotto dal Benevento. Chiaramente qualche errore c’è stato: la formazione di Verona, l’inserimento di Cerci con Frosinone e Perugia all’andata, ma allo stesso tempo si è visto finalmente un vero manager in grado di gestire i rapporti con società, dirigenza, settore giovanile, calciatori, tifosi e media. Il voto non può che essere un 7,5 pieno.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.