Serie B 6^ giornata: gara pirotecnica al Menti, forfait della Reggiana

Di seguito i risultati della 6^ giornata di serie B:

Cittadella-Monza 1-2 (10′ Boateng rig., 16′ Gytkjaer rig., 18′ Ghirindelli)

Prima sconfitta stagionale per il Cittadella, prima vittoria per il Monza. I padroni di casa devono rinunciare al loro tecnico Venturato risultato positivo al Covid a poche ore dall’inizio del match. In panchina ci va il vice Gorini. La partenza e’ dei granata, ma e’ il Monza a portarsi in vantaggio dopo dieci minuti grazie ad un rigore trasformato da Boateng. Sei minuti piu’ tardi arriva il raddoppio ancora su rigore messo a segno da Gytkjaer. La reazione arriva subito e il Cittadella accorcia le distanze con il terzino Ghiringhelli abile a girare di testa in rete un cross di Rosafio. Nella ripresa Cittadella in attacco costantemente ma fatica a trovare l’occasione buona, occasione che trova invece il Monza su azione di rimessa quando Gytkjaer colpisce il palo. Gorini le prova tutte con varie sostituzioni. Il gioco e’ sempre in mano ai granata ma la difesa brianzola appare insuperabile. L’ ultima speranza per il Cittadella si spegne nel recupero quando Pavan in rovesciata sfiora il montante.

Ascoli-Pordenone 0-1

L’Ascoli senza otto giocatori (tra cui 5 per covid) si arrende (0-1) al Pordenone apparso piu’ concreto e compatto. I bianconeri partono subito in forcing, ma solo Sabiri riesce ad accendere le luci della manovra. Gli ospiti ci mettono poco a prendere le misure e passano al 39′ con Scavone che raccoglie un cross di Berra dalla destra anticipando Splenlhofer e Sarr. I “ramarri” hanno poco dopo l’occasione per il colpo del ko con lo stessi Scavone e poi ad inizio ripresa con il palo di Calo’. Bertotto prova la carta Chirico’, ma i padroni di casa vanno ancora piu’ in difficolta’. Sarr miracoleggia in piu’ occasioni su Pasa e Diaw che prende anche un palo, mentre Ciurria allo scadere (45′) si permette anche di tirare alle stelle un calcio di rigore.

Brescia-Virtus Entella 2-2

Al Rigamonti Brescia e Virtus Entella non riescono a superarsi. Sulla ruota di Brescia esce il segno “x”. Padroni di casa in vantaggio al 16′ della ripresa quando su un’azione di calcio d’angolo Mangraviti fulmina Borra sfruttando un rimpallo in area di rigore. Per il difensore secondo gol in due partite dopo la rete del 3-0 contro il Perugia di mercoledi’ in Coppa Italia. Il pareggio dell’Entella arriva poco dopo grazie ai due nuovi entrati. Rifinitura chirurgica di Mancosu per De Luca con quest’ultimo a mettere palla in fondo al sacco grazie ad una acrobazia da applausi. Nuovo vantaggio delle rondinelle nel finale di gara grazie ad Aye’: l’attaccante francese sfrutta una sponda di Mateju mettendo la sfera in rete da distanza ravvicinata. L’Entella trova il definitivo 2-2 su calcio di rigore di Mancosu, nell’occasione espulso Mateju.

Chievo Verona-Cosenza 2-0

Quarto successo consecutivo per il Chievo che al Bentegodi batte il Cosenza con una rete per tempo. Prima frazione equilibrata, il Chievo passa quasi allo scadere. Sciaudone sgambetta Djordjevic e dal dischetto Leverbe porta avanti i gialloblu’. Il Cosenza nella ripresa sfiora il pari. Destro di Bittante bravo Semper a deviare sul palo e nel finale con i calabresi all’attacco e’ proprio un cosentino doc a chiudere la pratica, Garritano che segna e non esulta chiedendo quasi scusa alla squadra della sua città.

L.R. Vicenza-Pisa 4-4

Dopo la sconfitta di campionato a Ferrara contro la Spal e quella alla Dacia Arena in coppa Italia contro l’Udinese, il Lanerossi Vicenza sfida il Pisa al Menti e finisce 4-4. I primi 45 minuti sono molto intensi: al 9′ i biancorossi si portano in vantaggio con la rete di Gori che si fa perdonare l’errore dello scorso turno con la Spal. Nove minuti dopo gli ospiti trovano il pareggio su rigore concesso per fallo di Padella su Marconi che realizza dagli undici metri. Al 25′ il Pisa si porta in vantaggio con Vido; dal 39′ ospiti in dieci per doppia ammonizione a Pisano e al 40′ Meggiorni porta la gara in pareggio. Nella ripresa dopo dieci minuti il Vicenza si porta in vantaggio con Cappelletti. Al 18′ Gucher (ex biancorosso) pareggia e dieci minuti dopo raddoppia e porta il Pisa in vantaggio. Al 30′ del secondo tempo Da Riva del Vicenza pareggia per il 4-4. Nei successivi 20 minuti di gioco (15+5 di recupero) il Vicenza tenta l’allungo, ma in quelle poche occasioni non trova la porta. E l’arbitro Maggioni di Lecco fischia la fine.

Venezia-Empoli 2-0

Nessun gol nella prosecuzione di Venezia-Empoli. La gara, valida per la 6a giornata d’andata della Serie BKT, era stata interrotta ieri causa nebbia al 16′ del secondo tempo sul risultato di 2-0 per i lagunari. Nella mezz’ora disputata oggi quindi nessuna marcatura, decisive, dunque, le reti siglate ieri da Fiordilino e Forte che permettono ai lagunari di fermare la capolista, raggiunta dal ChievoVerona, e di salire a quota 10 in classifica..

Reggina-Spal 0-1

Gara subito emozionante con diversi capovolgimenti di fronte e molto equilibrata. La svolta arriva al 23′ quando Menez dice qualcosa di troppo al primo assistente e l’arbitro Ayroldi lo espelle. Ne approfitta la squadra di Marino che trova il gol con Castro che di testa gira in rete un cross di Di Francesco al 31′. La Reggina prova a reagire ma la punizione di Bellomo, diretta all’incrocio, è neutralizzata da Berisha. Nel finale della prima frazione occasionissima per Esposito ipnotizzato da Guarna in uscita.

Nella ripresa Toscano cambia subito qualcosa e i frutti potrebbero arrivare al 61′ quando Tomovic atterra Denis in area: dal dischetto l’argentino viene fermato da un ottimo Berisha e il punteggio non cambia. Nel finale ci prova la Reggina ma senza il guizzo vincente. Sui titoli di coda rosso per Castro per un fallo di reazione.

Finisce con la vittoria della Spal che sale a 9 punti e scavalca la Reggina, che incassa la prima sconfitta in campionato.

Lecce-Pescara 3-1

Prima vittoria interna del Lecce con il Pescara che ha rimediato la quinta sconfitta su sei gare. Primo tempo dominato dalla squadra di casa, che sciupa tanto e va all’intervallo con un solo gol di vantaggio, quello segnato da Stepinski al 13′, con un girata a mezz’altezza su passaggio di Coda. Ripresa scoppiettante. Subito vicino al gol il Pescara al 3′ con Ceter ma un minuto dopo Coda firma il raddoppio per i salentini. Il Pescara ha il merito di non arrendersi, accorcia le distanze con Maistro ma ci pensa ancora un fantastico Stepinski a rimettere le cose a posto, segnando in contropiede la terza rete che chiude la partita e regala ai suoi la prima gioia stagionale fra le mura amiche.

 

Salernitana – Reggiana (non giocata per assenza degli ospiti)

 

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.