Società, confronto con Jallow e l’agente: la decisione

Durante la sua permanenza a Salerno, il presidente della Salernitana Marco Mezzaroma ha avuto la possibilità di affrontare in prima persona la questione relativa a Lamin Jallow. Il calciatore è stato multato, ha avuto il permesso per diffondere un video di scuse e di chiarimento e successivamente è stato convocato in sede per fare il punto della situazione e provare a risolvere la situazione nel modo più lucido e intelligente possibile. La proprietà, stando a quanto filtra, avrebbe preso in considerazione la possibilità di individuare i responsabili di frasi razziste per allontanarli dallo stadio, ma lo stesso attaccante avrebbe chiesto di non esasperare gli animi e chiudere la vicenda senza strascichi ulteriori. Confermato anche quanto vi abbiamo raccontato: l’arbitro Aureliano era pronto a sospendere la partita, ma Jallow ha detto al direttore di gara che c’erano i presupposti per proseguire “anche perchè stiamo pareggiando e dobbiamo vincere”. E così è arrivata la decisione ufficiale: il gambiano non è sul mercato e non c’è la volontà di perdere un patrimonio tecnico ed economico per uno screzio con una minima parte della tifoseria. Pare che Jallow possa avere un chiarimento direttamente con gli ultras della curva Sud e con i club organizzati, frattanto sta ricevendo messaggi di incoraggiamento sui social. Per la serie “una bella doppietta a Empoli e tutto passa”. Soltanto un ostracismo reiterato del pubblico potrebbe comportare una presa di posizione più netta di Luigi Sorrentino, procuratore alquanto amareggiato per l’accaduto.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.