Tensione a Roma, anche bombe carta tra i tifosi che affollano la sede di Via Po

Tensione a Roma, anche bombe carta tra i tifosi che affollano la sede di Via Po

Tutti quelli che in queste settimane hanno gettato ombre dappertutto creando un clima di tensione dovrebbero assumersi le proprie responsabilità. Non sorprende che una tifoseria che dovrebbe prendersela esclusivamente con il proprio presidente sia andata a Roma con obiettivi non propriamente pacifici. Un centinaio di tifosi del Palermo, nei pressi di via Po, hanno fatto esplodere numerosi petardi e lanciato fumogeni all’indirizzo delle forze dell’ordine sperando di fare irruzione all’interno di un palazzo nel quale si sta decidendo la sorte dei rosanero. La speranza è che i giudici non si lascino condizionare da questi episodi vergognosi e che, a maggior ragione, tutelino le società sane e che vantano tifoserie corrette. I supporters palermitani sono le vere vittime di tutto questo, ma non è con le bombe carta o con le minacce che si otterrà giustizia. Offese anche all’indirizzo dei rappresentanti della Salernitana. A Roma c’è l’avvocato Gentile, cori anche all’indirizzo di Claudio Lotito scaturiti anche da farneticanti articoli che parlano di rapporti privilegiati con i giudici. Tensione alle stelle nella Capitale.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.