Trasferta di La Spezia, enigma biglietti: importanti novità per i tifosi granata

Aggiornamento ore 20:25: lo Spezia Calcio conferma che c’è totale disponibilità ad aprire il settore ospiti ai supporters granata destinando il numero di biglietti pari al 75% della capienza. La dirigenza ligure ha mostrato stima e rispetto nei confronti della tifoseria salernitana rimarcando quanto i buoni rapporti con la curva locale facciano sperare in un sold out chiaramente anche per motivi di natura economica. Come mai, ad ora, sono solo 570 i biglietti a disposizione, in vendita da domani? Manca ancora l’autorizzazione formale della Lega A che, come noto, ha ottenuto il passaggio dal 50 al 75% dal Governo, ma aspetta nella mattinata di domani una documentazione dettagliata e firmata dalle autorità competenti. Non basta. Fondamentale si rivelerà anche il parere del GOS che, in linea del tutto teorica, potrebbe imporre alla società ligure di limitare la vendita dei tagliandi ad un numero inferiore di spettatori in tutti i settori. Ma, come detto, tra salernitani e spezzini vige un rapporto di rispetto e cordialità, ragion per cui viene facile immaginare che, al massimo entro 48 ore, ci sarà la vendita libera e senza obbligo di esibire la tessera del tifoso. Restano valide le regole su mascherina e Green Pass. Ma è bene rimarcare ancora che lo Spezia, nella vicenda, non può far altro che adeguarsi a quanto disporranno nelle sedi opportune. Alle ore 16 di domani atteso comunicato stampa, la tifoseria organizzata è in contatto costante con la dirigenza granata e attende lumi prima di prendere d’assalto siti internet e punti vendita autorizzati. Facile prevedere che la scorta a disposizione, a prescindere dalla quantità, sarà letteralmente polverizzata.

 

Si entra ufficialmente nella settimana di Spezia-Salernitana, trasferta molto importante per il cavalluccio marino ma anche per la formazione allenata da Thiago Motta. In uno stadio storicamente difficile e a cospetto di un pubblico che ha comunque sempre mostrato un certo rispetto, il popolo di fede granata si prepara al quarto esodo consecutivo e, certamente, riempirà il settore ospiti costituendo un valore aggiunto fondamentale per tornare a casa con una vittoria esterna che, in A, manca dal lontano 1999. C’è un grosso punto interrogativo, però, che riguarda la prevendita. Al momento la società locale ha messo a disposizione appena 564 biglietti, in pratica il 50% della capienza. Nelle ore precedenti, però, il Governo ha dato l’ok per un aumento fino al 75% sperando che i dati sulla pandemia possano consentire a breve, e a tutti, di tornare a viaggiare senza restrizioni in alcuni casi obiettivamente discutibili. Perchè, allora, lo Spezia ha inviato diverse centinaia di tagliandi in meno? C’è chi dice ci sia una precisa volontà di favorire la torcida locale per non consentire alla Salernitana di giocare praticamente in casa, chi assicura sia solo un problema formale e che si attende un documento da Lega A e Federazione firmato dal Governo e utile per estendere la prevendita a circa 200 ospiti in più. In pratica a breve ci sarà questa disponibilità ridotta, aumentata in un secondo momento. Considerando che ultras e tanti tifosi, legittimamente, hanno deciso di restare a casa in nome dell‘ “o tutti o nessuno”, va da che la decisione sulla capienza sarà fondamentale per molte persone. Se lo Spezia non dovesse rispettare quanto previsto dalle autorità politiche e di pubblica sicurezza, sarebbe obbligatorio un intervento immediato della dirigenza della Salernitana a tutela del suo dodicesimo uomo. La nostra redazione vigilerà su quanto sta accadendo ,con la convinzione che le regole saranno rispettate.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.