Tutti contro Lotito e Mezzaroma…

di Enzo Sica

Ed ora escono allo scoperto anche i moralisti, coloro che parlano (o scrivono) solo perchè hanno un bersaglio solo da colpire: Lotito. Ed il presidente della Lazio, proprietario della Salernitana, colui che ha riportato, con il cognato Marco Mezzaroma, il calcio salernitano ai vertici cpon la promozione in serie A dopo ben 23 anni è sottoposto dallo scorso 10 maggio, giorno della promozione, ad una vera e propria gogna mediatica. E’ vero che deve risolvere il rebus della multiproprietà prima della fine del mese di giugno, deve in poche parole cedere questa sua <creatura> perchè non può tenere due squadre in serie A ma il martellamento continuo, incessante, sta sconcertando un pò tutti.
La Federazione Gioco calcio, in primis, che ricorda ad ogni piè sospinto che il nodo va sciolto se no si rischia la non iscrizione ed anche la Lega di A che ieri nella prima riunone per dare il via alla prossima stagione calcistica, non ha invitato la Salernitana come 20esima squadra del torneo. Solo 19 sono state  le presenze.
Insomma si sta cercando di mettere ancora una volta il bastone tra le ruote a questa società tenendo ben presente, però, che un imprenditore come Claudio Lotito si è mosso da tempo per cercare quegli acquirenti che possono dare un grande futuro alla Salernitana come lo hanno dato loro dieci anni fa prendendola dalla ceneri di un fallimento indecoroso per una grande città come Salerno. Ed anche Marco Mezzaroma a più riprese è stato, come al solito, preciso nella sua esposizione tranquillizzando soprattutto i tifosi che questa grande promozione ottenuta porterà ad un grande futuro anche senza di loro.
Quello che sconcerta di più è la spada di Damocle che la Federazione calcio che fa capo a Gravina ha messo sulla proprietà attuale facendo chiaramente intendere che staranno con gli occhi aperti affinché ci si indirizzi verso una società non di comodo ma effettiva. Lotito lo sa bene ecco perchè sta cercando la strada giusta con un pool di legali per essere pronto prima della scadenza del 23 giugno. Mettendo a tacere tutti coloro che anche a sproposito stanno parlando sperando, forse, che ciò non accada. Ma resteranno delusi perchè una società forte come quella attuale di Lotito e Mezzaroma troverà la quadra del cerchio tra pochi giorni. Ne siamo certi.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.