Un altro anno con la Nord chiusa? L’affondo di Roberto Celano

“La Salernitana rischia di non avere la disponibilità piena della Curva Nord neppure per il prossimo campionato (il terzo di serie A!). Famiglie e tifosi saranno ancora una volta fortemente penalizzati dalla incapacità e dalla lentezza di un’Amministrazione arrogante, che avrebbe fatto bene a concedere l’Arechi in gestione pluridecennale alla Salernitana, proprio come chiediamo da quando Iervolino ha acquistato la società. Lunedì presenterò una interrogazione. Sono INDECENTI!”. Con queste parole il noto politico Roberto Celano ha commentato l’ennesima fumata nera per la riapertura della curva Nord, un danno di immagine per la città, per una squadra di serie A e per una società furiosa, delusa e pronta a fare clamorose valutazioni. Stanca, evidentemente, di promesse non mantenute. All’indomani dello 0-3 di Pescara che sancì il ritorno in A dei granata, assessori e Sindaco promisero l’immediata riapertura della Nord, oggi invece si parla di slittamento alla stagione 2024-25 proprio mentre la società stava preparando iniziative ad hoc per le famiglie. In pratica non c’è la capacità di garantire la presenza del pubblico locale nell’anello superiore con gli ospiti in quello inferiore nè ci sono i tempi tecnici per favorire lo spostamento dei tifosi “avversari” nei distinti. E pensare che la Salernitana, spendendo soldi propri, voleva farsi carico del problema ma evidentemente De Luca e Napoli sono di avviso diverso. A che pro? Fischiare è democratico, disse qualcuno. A volte sarebbe invece obbligatorio dare spiegazioni e, se possibile, chiedere scusa.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.