“Valutiamo il futuro del ds”: riflessioni su Morgan De Sanctis

Nonostante il cambio di guida tecnica, la Salernitana continua a palesare problemi in organico piuttosto evidenti e gravi per chi vuole restare in serie A. Al netto degli errori di Inzaghi e dell’atteggiamento di Sousa che certo non ha aiutato (e pare che il mister abbia ricevuto di recente offerte all’estero, ma abbia preferito declinare l’invito restando a busta paga della società granata), questa rosa aveva bisogno come il pane di un difensore centrale forte, di un esterno sinistro, di un esterno destro, di due centrocampisti e, soprattutto, di attaccanti in grado di far gol e che vedessero la porta. Tutte cose che De Sanctis aveva rispedito al mittente, lasciando intendere che l’organico fosse numericamente completo e “potenzialmente superiore a quello dello scorso anno”.

Ad ogni modo la proprietà sta facendo una serie di valutazioni e vorrebbe inserire all’interno dell’organigramma un direttore generale carismatico, che possa anzitutto risollevare l’umore di una squadra che non è mai diventata gruppo e che avrebbe bisogno di una figura autorevole e con tanti anni di esperienza alle spalle. Ancora presto per immaginare nomi e scenari, dire che ci sono valutazioni in corso non significa che De Sanctis sarà certamente esonerato. Ma è probabile che il mercato di gennaio possa essere condotto da un altro dirigente. A Iervolino è stato proposto Petrachi, tutto dipenderà da quanto il patron ha voglia di investire per salvare il salvabile e garantire la terza salvezza consecutiva. “E’ vero, ci sono valutazioni” fanno sapere persone vicine alla proprietà e che hanno riscontrato la delusione della società per la prestazione pessima di ieri. Seguiranno aggiornamenti.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.