Ventura: “Arbitro, inutile parlarne: situazioni imbarazzanti. Cresceremo ancora”

Ventura: “Arbitro, inutile parlarne: situazioni imbarazzanti. Cresceremo ancora”

“Nel secondo tempo abbiamo disputato una buona gara, abbiamo avuto un’occasione colossale per metterla dentro prendendo gol su un fuorigioco e una palla svirgolata. Il calcio è anche questo e mi dispiace, se avessimo portato a casa il risultato nessuno avrebbe potuto dire nulla. A Pisa non eravamo proprio scesi in campo, oggi a Cremona abbiamo disputato una discreta gara. Noi lavoriamo per diventare un gruppo che impone gioco, è evidente che chi non è abituato e deve migliorare la personalità ha bisogno di un pochino più di tempo. Ci sono stati degli errori grossolani in alcuni momenti, ci sono automatismi e conoscenze sui quali dobbiamo lavorare e restano cose buone dalle quali dobbiamo ripartire. Avevo previsto che l’avrebbe vinta il primo che segnava, la storia del match ha detto che noi potevamo sbloccarla a inizio ripresa e loro l’hanno vinta con una rete quantomeno rocambolesca. Non mi va di parlare dell’arbitro, mi auguro non ci fosse il nostro rigore così abbiamo un rammarico in meno. I ragazzi dicono di sì, molte volte ci sono situazioni difficili da capire che definirei imbarazzanti. A volte invertono anche rimesse laterali palesemente per noi, ma non si può tornare indietro e ormai la partita l’abbiamo persa. Gondo? Non possiamo pretendere che i giovani determinino subito, anche per loro è fisiologico un percorso di crescita”. Così Giampiero Ventura ai microfoni di Telecolore.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.