Ventura: “Mi sono divertito, complimenti Salernitana! Akpa da serie A”

Conferenza stampa “virtuale” per il tecnico della Salernitana Gian Piero Ventura, estremamente soddisfatto per la vittoria ottenuta stasera: “Dopo Chiavari avevo detto di aver visto passi in avanti sul piano della compattezza, con la Cremonese abbiamo rimontato tre volte segnando all’ultimo minuto. Non avevo parlato a caso, avevo detto ai ragazzi che non potevamo essere quelli del secondo tempo contro il Pisa. Contro Benevento e Pescara mi ero divertito per un’ora, oggi per ottantacinque minuti. La squadra ha voluto fortemente la vittoria, anche dopo aver subito il gol dell’1-1 ha continuato a giocare esclusivamente per i tre punti e li abbiamo ottenuti meritatamente. Malgrado l’inferiorità numerica siamo riusciti a creare numerose occasioni, colpendo un palo e imbattendoci in un paio di interventi del loro portiere. Non avevamo subito nulla, siamo rimasti ordinati ed equilibrati. Quando passi da una difesa a tre ad uno schieramento a quattro senza accusare il colpo vuol dire che stai crescendo, sono quei segnali che fanno capire che stiamo raccogliendo quello che abbiamo seminato. Mi dispiace che ad Ascoli mancheranno tanti giocatori potenzialmente importanti per squalifica, ma tutti abbiamo voglia di dare continuità al successo di stasera e proveremo a toglierci un’altra soddisfazione importante. Aya e Jallow? Nel primo caso è stato anche un po’ sfortunato perchè è scivolato al momento dell’uno contro uno, Lamin invece ha detto qualche parolina di troppo all’arbitro ed è stato espulso. Spiace perchè si era allenato benissimo e stava diventando una risorsa, credo lo perderemo per un paio di giornate. Con Lombardi, invece, c’è stata una severità eccessiva ma dobbiamo prenderne atto”.

Sui singoli: “Ho rivisto il Kiyine che conosco. Si è comportato bene, ha delle grosse qualità e il suo futuro dipende esclusivamente da lui. In alcuni momenti la strada intrapresa non portava a nulla, oggi la prestazione è stata assolutamente positiva e sono soddisfatto. Akpa Akpro è di categoria superiore, le sue potenzialità sono indiscutibili e ha fornito un contributo determinante: i suoi tagli hanno portato sia al primo, sia al secondo gol. Sono felice per questo ragazzo, meritava una serata del genere. Sono felicissimo anche per Gondo, un calciatore di grande generosità che è cresciuto settimana dopo settimana. Ma è a tutta la squadra che voglio fare i complimenti. Hanno voluto fortemente la vittoria, ho rivisto lo spirito che mi piace. Dobbiamo andare avanti su questa strada, vedremo alla fine dove siamo arrivati”.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.